“Palcoscenico Catania”: i grandi autori catanesi in streaming dagli angoli più belli della città

Teatro e opera Presentato il cartellone dell'Amministrazione comunale con 14 spettacoli - che saranno trasmessi in diretta streaming - che coinvolgerà 81 artisti e 48 tecnici, e si svolgeranno in palcoscenici naturali immersi nello spettacolo dei beni architettonici e monumentali cittadini

«Abbiamo messo in campo un programma ricco e importante che dimostra come nonostante l’emergenza sanitaria la città non si sia fermata e tramite i nostri attori. Lo faremo in modalità digitale perché le norme ci impediscono la modalità in pubblico, ma è segno della grande attenzione e del sostegno che stiamo dando al mondo della cultura e del teatro gravemente colpiti dal Covid e con un certo orgoglio possiamo affermare che siamo una delle pochissime città italiane a farlo».
Lo ha detto il sindaco di Catania Salvo Pogliese presentando “Palcoscenico Catania” il programma degli eventi natalizi dell’Amministrazione Comunale, realizzato con il coordinamento dell’assessorato alla Cultura retto da Barbara Mirabella, cofinanziato dall’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo guidato da Manlio Messina e in parte coi fondi della tassa di soggiorno e dunque, ancora una volta senza incidere sulle risorse del Comune. Un cartellone con 14 spettacoli tutti trasmessi in diretta streaming, 81 artisti e 48 tecnici impegnati, con palcoscenici naturali immersi nello spettacolo dei beni architettonici e monumentali cittadini: dal Giardino Bellini, fino al Castello Ursino, passando per Casa Verga, Teatro Massimo, Biblioteca Ursino Recupero, Monastero dei Benedettini, Palazzo Platamone, la Pescheria e Palazzo degli elefanti.

«Un progetto, senza costi diretti per il Comune che parte dalle opere dei grandi autori catanesi, da Brancati a Martoglio, ma anche Verga e Fava, che ispireranno compagnie teatrali di artisti professionisti che ne porteranno in scena le opere e i riadattamenti nel segno della nostra identità di catanesi e siciliana. Un progetto rimodulato in modalità digitale e a distanza -ha aggiunto il primo cittadino- fatto apposta per valorizzare la contaminazione fra teatro e turismo in un fine anno che così non rimarrà senza eventi. La pandemia infatti ha letteralmente falcidiato il settore teatrale e culturale verso il quale l’amministrazione comunale continua a tenere i riflettori accesi, come già accaduto per le manifestazioni del Catania Summer Fest e per questo nostra piano d’azione, ringrazio sia il presidente Nello Musumeci che l’assessore regionale Manlio Messina che non fanno mai mancare il loro contributo di attenzione verso la città di Catania». L’assessore Manlio Messina ha inviato un video messaggio di compiacimento per l’iniziativa e ha evidenziato la concreta sinergia tra la Regione e il Comune di Catania.

Alla presentazione degli eventi natalizi hanno partecipato rappresentanze di attori, registi e produttori, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, il responsabile della Direzione Cultura Paolo Di Caro e il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro.
«Abbiamo voluto fortemente rimodulare uno dei progetti di promozione turistica della città – ha spiegato l’assessore Mirabella – integrandolo con il coinvolgimento prezioso del teatro e dei grandi autori catanesi: storia, memoria professionalità, che sapranno attrarre l’attenzione del grande pubblico e che diverranno poi un formidabile strumento didattico e di promozione della città. Continua il nostro impegno accanto al mondo degli operatori culturali e del teatro, che è frutto di una costante collaborazione con la Regione Siciliana e con i sindacati che ringrazio sinceramente per il fattivo e costruttivo confronto».
Dalle riprese degli eventi effettuate in presa diretta e trasmesse su YouTube e sui Canali social del Comune, dell’assessorato e degli stakeholder coinvolti, verrà poi realizzata una collana di 14 video post prodotti, che resteranno patrimonio della promozione turistica e culturale della Città.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.