La Regione Siciliana invita i teatri a partecipazione regionale a organizzare eventi solidali con il popolo ucraino

Teatro e opera Manlio Messina, assessore al Turismo, allo sport e allo spettacolo della Regione Siciliana, promuove i “Concerti per la pace europea”, un cartellone di iniziative benefiche per le quali sono stati chiamati ad attivarsi tutti i teatri a partecipazione regionale. Messina: «In questo momento siamo tutti chiamati a dare un contributo»

Teatri regionali uniti in Sicilia nel segno della solidarietà al popolo ucraino, in fuga da una guerra che non sta risparmiando nemmeno anziani, donne e bambini. In Italia, nel Sud e specie in Sicilia si è subito attivata la macchina della solidarietà, con ingenti aiuti umanitari già partiti per l’Ucraina, ai quali si sommano le donazioni economiche tramite Croce Rossa o altri canali di associazioni umanitarie.

In questo quadro si inserisce l’iniziativa voluta dall’assessore al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina, con i “Concerti per la pace europea”, un cartellone di iniziative benefiche per le quali sono stati chiamati ad attivarsi tutti i teatri a partecipazione regionale. «In questo momento siamo tutti chiamati a dare un contributo – dichiara l’assessore Messina – per sostenere concretamente la popolazione ucraina stretta nella morsa mostruosa della guerra. Penso in modo particolare alle sofferenze di donne, bambini, soggetti indifesi. Abbiamo il dovere di non dimenticarli e di sostenerli con tutti gli strumenti a nostra disposizione. Il governo Musumeci è già in prima linea per l’accoglienza dei rifugiati, e con i “Concerti per la Pace Europea” dimostrerà anche una grande capacità di supporto morale e materiale».

Hanno già aderito all’appello dell’assessore Messina il Teatro Bellini di Catania, con il concerto del 13 marzo, il Teatro Pirandello di Agrigento, con lo spettacolo in programma il 19 marzo, la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo, con il concerto del 20 marzo. Altri enti e teatri si stanno adoperando per organizzare attività benefiche, mentre la l’Inda di Siracusa ha fatto sapere che devolverà una parte degli incassi delle rappresentazioni in calendario.

Profughi ucraini

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.