Lutto nel mondo dello spettacolo, è morto l’attore catanese Gilberto Idonea

Lutto nel mondo del teatro e del cinema, soprattutto a Catania, dove era nato 72 anni fa. Si è spento oggi l’attore Gilberto Idonea stroncato da un infarto. Considerato uno degli eredi di Angelo Musco, per molti anni ha calcato i principali palcoscenici italiani e stranieri rappresentando i classici siciliani di Martoglio, Pirandello e Verga. Al cinema, dopo il debutto nel 1978 in “Turi e i paladini”, ha lavorato per Giuseppe Tornatore in “Malèna”, con Carlo Lizzani in “La donna del treno”, con Emidio Greco in “Il consiglio d’Egitto”, e ancora con i registi Paolo Sorrentino, Pupi Avati e Rocco Mortellini in “La scomparsa di Patò” nel 2010.

Gilberto Idonea

Gilberto Idonea

«Con Gilberto Idonea la città di Catania perde uno dei suoi figli più apprezzati per il talento teatrale, la passione civile e l’amore per la Sicilia – si legge nella nota diffusa dal Comune di Catania -. Un’espressione artistica che ha varcato i confini nazionali, anche per la sua particolare rassomiglianza al grande Angelo Musco, tanto da divenire un testimonial della nostra isola e di Catania tra le comunità italiane nel mondo, dov’era amatissimo. Lascia un ricordo indelebile nella scuola teatrale catanese, che per cinquanta anni ha segnato con esibizioni straordinarie dalla grande carica emotiva, ma anche una prestigiosa eredità che il figlio Alessandro, giovane attore del Teatro Stabile, potrà raccogliere e testimoniare nella sua carriera. Ai familiari tutti e a quanti hanno apprezzato da vicino le straordinarie doti di Gilberto Idonea, l’Amministrazione Comunale esprime il cordoglio a nome dell’intera comunità cittadina».

Per chi volesse dare l’ultimo saluto a Gilberto Idonea sarà allestita la camera ardente sabato 6 ottobre dalle 10.30 alle 15.30 al teatro Metropolitan di Catania. I funerali si terranno alle 16 presso la chiesa di Santa Maria della Guardia, in piazza della Guardia a Catania.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.