“Libera”, l’identità pop dell’art singer Acinorev

Musica Registrato e prodotto dai Doremind Studios di Milano, "Libera" rappresenta il primo episodio musicale della art singer siculo-milanese Veronica Muzzio, musicotearapeuta che ha creato una nuova identità pop come Acinorev. Art singer perché Acinorev si definisce una via di mezzo tra un’artista e una cantautrice

Un suono caldo e naturale, ricco di influenze e sonorità etniche, che miscela la presenza di strumenti acustici, come l’ukulele e il pianoforte, a quella di sonorità più elettroniche e attuali. La voce coinvolgente di Acinorev è arricchita da sovrapposizioni ed echi della linea melodica. Lo sviluppo dell’arrangiamento culmina nel suo climax con un ritmo incalzante e poi con una melodia, data dal pianoforte, che si appoggia sull’evocativo battito di un cuore.

Veronica Muzzio in arte Acinorev

Registrato e prodotto dai Doremind Studios di Milano, “Libera” rappresenta il primo episodio musicale della art singer siculo-milanese Veronica Muzzio, musicotearapeuta che ha creato una nuova identità pop come Acinorev. Art singer perché Acinorev si definisce una via di mezzo tra un’artista e una cantautrice. “A te che mi hai accolta / Senza chiedere niente / Non posso che ringraziarti / Non posso che amarti” recita la canzone. “Libera è un ricordo cui tengo moltissimo – scrive Acinorev su facebook su un post che pubblica una foto della figlia maggiore -. La mia storia, la tua storia. Parla di me, di te di ognuno di noi. Quando vieni al mondo non c’è cosa più importante di sentirsi accolti, trovare qualcuno che ti sostenga e ti guidi nel percorso della vita. Ma è importante anche decidere con la propria testa, fallire, cadere, rialzarsi per costruire una versione sempre migliore di te”.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.