Le vacanze in Sicilia sono le più economiche d’Italia

Turismo Secondo i dati di Holidu, leader a livello mondiale nella ricerca di case vacanza, un viaggio in Sicilia risulta particolarmente conveniente tra agosto e settembre, mesi nei quali l'Isola offre il meglio di sè e si può arrivare a risparmiare fino al 25% rispetto alla diretta concorrente: la Sardegna

Che la Sicilia sia una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo, è cosa nota. Il mare, le bellezze artistiche e naturali, gli eventi culturali e un clima che non ha eguali al mondo, sono per la maggior parte dei viaggiatori le caratteristiche perfette per la vacanza ideale.
E se la Sicilia è un’isola da vacanza in tutti i mesi dell’anno, è anche interessante scoprire in quali periodi si può coniugare l’esigenza di “staccare” dalla quotidianità con quella del portafogli.
Il motore di ricerca Holidu, leader a livello mondiale nella ricerca e prenotazione di case vacanze, ha analizzato i prezzi degli affitti stagionali di oltre 300 destinazioni in Italia e nel mondo, nei periodi di alta e bassa stagione, comparando i dati di alcune regioni, province e città d’Italia, con quelli di specifiche destinazioni della Sicilia.

Ne è venuto fuori che la Sicilia è la 12° regione (a metà classifica circa) nella scala di valore dei costi degli affitti stagionali, per una spesa media di 131€ per l’alta stagione contro i 98€ per quella bassa, e risulta particolarmente conveniente tra agosto e settembre, mesi nei quali si può arrivare a risparmiare fino al 25% rispetto alla diretta concorrente: la Sardegna (5° in graduatoria, con un prezzo medio di 165€ in alta stagione).

Taormina - ph Holidu

Agosto e settembre sono sicuramente i mesi estivi più belli e ricchi per visitare la Sicilia, e non solo per il mare e le spiagge incantevoli, ma anche per i tanti eventi culturali che si concentrano principalmente in questi due mesi. Basti pensare ai grandi concerti ospitati al Teatro Antico di Taormina – su tutti quello di Andrea Bocelli, il 30 e il 31 agosto – anche se la perla dello Jonio nella classifica di Holidu è una delle due destinazioni che risultano più costose in alta stagione, con una media di 191€, insieme a San Vito Lo Capo (158€), patria del Cous Cous Fest.

Per chi dunque ha voglia di risparmiare può optare per Sciacca, che mantiene prezzi concorrenziali in media tutto l’anno, con 83€ in alta stagione e 77€ in bassa stagione: una buona opportunità da non farsi scappare per una bella vacanza, soprattutto a settembre, quando le temperature sono ancora calde. E Sciacca – città marinara, turistica e termale fortemente legata alla storia dell’isola Ferdinandea – è una meta strategica per chi vuole vivere una vacanza sì all’insegna del relax, senza però rinunciare alla natura, allo sport e alla cultura. Da Sciacca, infatti, sono facilmente raggiungibili Scala dei Turchi, la spettacolare parete rocciosa bianca a picco sul mare lungo la costa di Realmonte, la Riserva Naturale orientata di Torre Salsa, nei pressi di Siculiana, e Selinunte, che con i suoi Templi ospita il Parco archeologico più grande d’Europa.

Tra le mete meno costose della Sicilia, Holidu segnala anche l’Etna (99€ in alta stagione), il vulcano più alto d’Europa che non mancherà di stupirvi, e Gioiosa Marea (91€). In entrambe le località ci si annoia solo impegnandosi: se a Gioiosa Marea ci si può deliziare tra un bagno al mare e una visita sulle Madonie, per poi tuffarsi tra le note di due dei festival musicali più importanti dell’Isola (Indiegeno fest e Ypsigrock), sull’Etna sono centinaia le escursioni che si possono organizzare – a cavallo, a piedi, a bordo di biciclette o quad – alla scoperta dei borghi incantevoli della zona, mentre a sera ci sarà solo da scegliere quale buon calice di vino Etna degustare godendo della musica internazionale di Alkantara Fest.

La Riserva dello Zingaro - ph Holidu

Un discorso a parte va fatto per le isole e gli arcipelaghi della Sicilia, un richiamo di forte interesse, vivo quasi tutto l’anno. Le Eolie sono una delle mete estive della regione tra le più costose e turistiche di sempre: delle sette isole che lo compongono Panarea detiene il titolo di isola con il più elevato costo degli affitti durante l’intero arco dell’anno, con ben 450€ a notte in media. A seguire, con circa la metà dell’importo per l’affitto di un alloggio, Stromboli, che vede il prezzo medio in alta stagione arrivare a 241€.

Sulle Egadi, nel trapanese, Levanzo può diventare invece una soluzione molto interessante durante la bassa stagione, con prezzi medi per le abitazioni pari a 72€, per chi vuole concedersi una vacanza di puro relax tra sole, mare cristallino e al massimo qualche giro in barca.
Per chi invece non vuole rinunciare alla vita notturna e al divertimento, Ortigia è la più economica tra tutte le isole, sia in alta che in bassa stagione, con un prezzo che oscilla sui 100€. Affascinante e suggestiva tanto di giorno quanto di notte, Ortigia può essere la destinazione ideale anche per le famiglie. Mare a parte, che di certo non ha bisogno di presentazioni, l’isola si trova a due passi dal Parco archeologico della Neapolis, che con i suoi reperti e il suo meraviglioso Teatro greco (tutt’ora in funzione) è uno dei siti archeologici più visitati dell’Isola. Per i più giovani – ma non solo per loro – Ortigia d’estate ospita numerosi eventi: di musica elettronica,ma anche di cinema e musica classica.

Sciacca - ph Holidu

Soffermandosi su una suddivisione per province, dai dati di Holidu si evince che la parte nord della Sicilia presenta le località di mare con i costi più elevati in alta stagione: la provincia di Trapani con 138€, seguita dalla provincia di Messina con 135€, a chiudere la provincia di Palermo con una spesa media di 119€ in alta stagione. Nel sud dell’Isola si distinguono invece le due province di Siracusa a 120€ e di Ragusa a 119€ di media nella settimana di agosto, discostandosi dal rapporto medio più economico rilevato nelle altre provincie a sud della Sicilia. Le più economiche sono invece Enna e Caltanissetta, collocate nel cuore dell’Isola, rispettivamente 71€ e 77€ in alta stagione.

Facendo un raffronto qualità/prezzo tra le principali località costiere di tre regioni del sud Italia come Sicilia, Calabria e Puglia, quelle siciliane offrono sistemazioni generalmente più vantaggiose, mettendo a disposizione prezzi concorrenziali nei periodi più ricercati dell’anno. La località di Punta Secca, uno dei luoghi del Commissario Montalbano ad esempio, è la più costosa con 130€ in alta stagione, mentre la località di Porto Empedocle, città natìa di Andrea Camilleri da cui si possono raggiungere Lampedusa e Linosa, è la destinazione più economica con una spesa media di 110€ per un alloggio, durante l’alta stagione.

Se avete ancora qualche dubbio, basterà cambiare periodo: sempre secondo i dati di Holidu a settembre la Sicilia permette di risparmiare circa il 25% sul costo degli affitti rispetto alla media nazionale. Perché non approfittarne?

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.