Le ceramiche di Caltagirone fra le protagoniste del tour multimediale tra i musei dell’Università di Messina

Sicilia antica C’è anche Caltagirone con le sue impareggiabili ceramiche nel tour multimediale tra i musei dell’Università di Messina cattraverso il portale MUniMe, che è possibile effettuare, sino al 1° maggio

C’è anche Caltagirone con le sue impareggiabili ceramiche nel tour multimediale tra i musei dell’Università di Messina che è possibile effettuare, sino al 1° maggio attraverso il portale MUniMe, e il cospicuo patrimonio dell’Ateneo, consistente in importanti collezioni di natura artistica e scientifica, allocate in diverse sedi. Si tratta del risultato di un progetto ideato dal professore Giacomo Pace Gravina, delegato del rettore Salvatore Cuzzocrea al Patrimonio artistico e culturale che, assieme ai tecnici, ha aperto le porte dell’Università per poterne ammirare le bellezze, fra le quali vanno annoverate pure le maioliche calatine. «Una bellissima occasione – ha commentato il professore Pace Gravina – da cogliere per ammirare le splendide raccolte e i numerosi reperti del nostro Ateneo». 

Museo della ceramica di Caltagirone, galleria delle ceramiche antiche

Apprezzamenti «per un lavoro che, mettendo in evidenza le attrazioni artistiche, culturali e naturalistiche dell’Università di Messina, esalta anche le ceramiche di Caltagirone, contribuendo alla loro valorizzazione», giunge dal sindaco Gino Ioppolo. «Si tratta – aggiunge il primo cittadino – dell’ulteriore, valido contributo alla città che arriva dall’insigne studioso caltagironese».

Plauso al professore Giacomo Pace Gravina, «per un progetto di così largo respiro e ricadute positive», anche dall’assessore alle Politiche culturali Antonino Navanzino, 

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.