La Regione siciliana pubblica un nuovo bando per la qualificazione della viticoltura

Calici & Boccali L'assessore Toni Scilla: «Ulteriori 10 milioni di euro per azioni dedite all’adeguamento della produzione, alla ristrutturazione dei vigneti e al miglioramento delle tecniche di gestione dell'impianto viticolo»

«La grande varietà dell’enologia siciliana rappresenta oggi un altissimo valore aggiunto soprattutto per quanto riguarda l’esaltazione delle identità e riconoscibilità dei prodotti». Lo ha detto Toni Scilla, assessore all’Agricoltura e sviluppo rurale, anticipando la pubblicazione di domani – venerdì 1 luglio – sul sito del Dipartimento Agricoltura del nuovo bando OCM Vino, Organizzazione comune del mercato vitivinicolo, destinato alla qualificazione della viticoltura in Sicilia.

«Il Governo Musumeci va così a destinare ulteriori 10 milioni di euro per azioni dedite all’adeguamento della produzione alle esigenze del mercato, alla ristrutturazione dei vigneti al fine di renderli meccanizzabili e al miglioramento delle tecniche di gestione dell’impianto viticolo. Tutte iniziative volte a potenziare un settore che è già un vanto della nostra Isola», ha aggiunto Scilla.

Saranno premiati i progetti presentati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, in coerenza con le direttive comunitarie sul Genuine Farmer e quelli che prevedono la trasformazione di uve biologiche. In linea con il Green New Deal, disposte premialità anche per i sistemi di certificazione con effetti positivi in termini di risparmio energetico, efficienza energetica globale e processi sostenibili sotto il profilo ambientale (Carbon Footprint, Water footprint, EMAS, SOSTAIN). Per gli imprenditori agricoli arriva anche la conferma nella misura dell’anticipazione dell’80 % sui progetti finanziati.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.