Giornata Mondiale della Diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, l’appuntamento di Palermo

Il 21 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo, proclamata dalle Nazioni Unite nel 2002, subito dopo l’adozione da parte dell’Unesco della Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale.

A Palermo le Associazioni Hryo e Mete organizzano per l’occasione “In Diversi Versi”, una serata celebrativa nel locale Moltivolti (via M. Puglia 21), luogo di incontro delle differenti culture, con musica, poesia, letture e danze.

Sarà il pakistano, Umeed Ali, poeta dalle storie gentili a guidarci in un percorso multiculturale che prenderà il via alle ore 20
Le letture dei brani sono a cura di Giorgia Butera brano sulla felicità di Ornella SugarRay Lodin; Valentina Vivona (Psicologa SPRAR, sul tema delle tragedie in mare); Viviana Corvaia (sul tema del Nepal); Kone Abdoulaye (Segretario UN.I.S. Unione Ivoriani in Sicilia, leggerà de la campagna di Sensibilizzazione “Sono Bambina, Non Una Sposa”); Alessandro Di Liberto ( sul tema “la diversità di genere”).
Durante la serata si inaugurerà la mostra fotografica “A tratti diversi ” a cura di Aint Errante, una raccolta di ritratti fotografici dei piccoli e nuovi italiani figli di migranti sognatori. Un percorso fotografico in bianco e nero che proietterà il visitatore verso quel l’Italia che verrà. Quell’Italia multiculturale fatta dai mille tratti somatici e figlia della fusione di mille culture e tradizioni.
Federica Aluzzo, infine, porterà la sua “Danza del Diamante multietnica” coinvolgendo tutti i partecipanti all’evento. L’accompagnamento musicale sarà a cura del duo Shivalinga, le sonorità provenienti dal violino di Antonella Scalia accompagnate dal ritmo e le vibrazioni del contrabbasso suonato da Marco Farina.
L’iniziativa è inserita all’interno degli eventi di promozione del Pride Palermo 2015

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.