E’ andato in onda domenica scorsa sulla tv olandese il documentario “Backlight in Palermo”

Tre giorni a Palermo al seguito del sindaco Leoluca Orlando e partecipando a diverse attività dell’Amministrazione comunale per girare immagini per un ampio documentario sulla città, le sue politiche di accoglienza dei migranti, il suo risveglio culturale.E’ andato in onda domenica scorsa, con un importante share nazionale, il documentario “Backlight in Palermo”, realizzato da Hanneke Hagen e Bregtje van der Haak per la televisione olandese VPRO. Una sintesi del documentario era stata trasmessa nei Paesi Bassi in concomitanza con l’incontro internazionale del Parlamento Globale dei Sindaci, nel quale Palermo è indicata come modello di servizi ed iniziative per l’accoglienza e la convivenza fra culture.

Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, nel documentario olandese sul Capoluogo Siciliano

I telespettatori olandesi sembrano aver gradito l’immagine della città, fornita dal documentario, tanto che nelle ore successive alla trasmissione, l’hashtag #tegenlicht (Il titolo della trasmissione in Olandese) è stato fra i maggiori trendtopic sui social network e che si è registrato uno share di ascolti superiore nel picco al 15%. Per la realizzazione del documentario la troupe olandese aveva seguito diversi impegni istituzionali del Sindaco e della Giunta. Le telecamere di VPRO, oltre ad una ampia intervista ad Orlando sui principali temi della città, hanno documentato momenti di Assemblee di cittadini, Unioni civili, una visita del sindaco insieme al presidente della Consulta delle Culture alla Moschea di Piazza Gran Cancelliere, dove il primo cittadino del capoluogo siciliano ha incontrato la Comunità Islamica, la cerimonia del conferimento di nuove 50 cittadinanze italiane e la consegna alla cittadinanza di un campo di calcetto in piazza Magione.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.