Corti e castelli, luoghi di fascino per il ritorno alla musica della Camerata Polifonica Siciliana

Musica L'associazione concertistica etnea diretta da Giovanni Ferrauto riprende l'attività concertistica nella corte del Museo Diocesano di Catania che ospiterà, dall'11 giugno al 30 luglio, sette concerti tra cui quello della neonata “Camerata Strumentale Siciliana”, la nuova formazione orchestrale composta da strumentisti di alto livello di cui è leader il violinista Augusto Vismara. Primo evento Bach Vs Vivaldi

Si riparte, più forti e determinati di prima, cavalcando l’onda del successo della scorsa estate che ha fatto scoprire ai catanesi un luogo intimo e suggestivo in cui assistere a concerti dal vivo. La Camerata Polifonica Siciliana diretta dal M° Giovanni Ferrauto e presieduta da Aldo Mattina riparte ancora una volta dalla corte del Museo Diocesano di Catania dove ha programmato, per i prossimi due mesi, “Corti e Castelli”, un ciclo di sette appuntamenti – dall’11 giugno al 30 luglio – che riprende il percorso di giochi di specchi e confronti iniziato nella stagione pre pandemia e forzatamente interrotto per il blocco delle attività.

«Ripartiamo da dove ci eravamo fermati ma con un slancio ancora maggiore, per ribadire la forza di un messaggio culturale che deve necessariamente trascendere ogni contingenza, ancor più se negativa – dice Giovanni Ferrauto -. “Corti e Castelli” diventa così il marchio di una stagione itinerante nei luoghi della memoria: si parte da Catania e dal Castello di Calatabiano (il 24 giugno con il talento catanese Nicolò Cafaro) per poi proseguire, nei prossimi mesi, nelle provincie di Siracusa e Ragusa. E ripartiamo con la volontà di lasciare nel territorio ancora un’altra gemma, un nuovo ensemble orchestrale di altissimo livello che d’ora in avanti si occuperà delle produzioni più originali della Camerata Polifonica Siciliana».
Ed è proprio l’appuntamento Bach Vs Vivaldi, venerdì 11 giugno alle ore 20.30, il concerto che terrà a battesimo la nuova formazione Camerata Strumentale Siciliana, composta da strumentisti di alto livello che si alternano nelle parti solistiche e di orchestra, protagonista della rassegna “Corti e Castelli” con quattro programmi dedicati al barocco e al repertorio classico.

Giovanni Ferrauto nella corte del Museo Diocesano di Catania

Il programma del concerto inaugurale, che vedrà Augusto Vismara nella duplice veste di violinista e maestro concertatore, metterà a confronto i due giganti del barocco e le varie forme di concerto dell’epoca: da quello solistico a quello quadruplo.

Augusto Vismara

Venerdì 18 giugno l’orchestra di percussioni Percussio Mundi, diretta da Giovanni Caruso, sarà protagonista del concerto World Drum Show di cui sarà ospite speciale il pianista Alberto Alibrandi. Insieme proporranno un programma che spazierà fra vari generi musicali, repertori originali e poco frequentati.

In occasione del 300° anniversario della pubblicazione dei sei concerti brandeburghesi di Bach, la Camerata Strumentale Siciliana ne proporrà l’esecuzione integrale in due concerti (previsti  il 25 giugno e 13 luglio) ai quali prenderanno parte, nella veste di solisti, alcuni ospiti d’eccezione come Carlo Cesaraccio, Maria Pia Tricoli, Marcello Spina e lo stesso Augusto Vismara. Venerdì 2 luglio è in programma ancora un confronto musicale, Bach vs Mozart, un concerto organizzato insieme all’Associazione Cromatismi del Mediterraneo che vedrà in scena due giovani promesse del pianismo catanese: Francesco Morabito e Chiara Giuffrida.

Giovedì 22 luglio torna ospite della Camerata Polifonica Siciliana l’Ensemble Smile con Canzoni d’autore nel dopoguerra, un programma sulla song classica di autori degli Anni 20, 30 e 40.
Chiude la prima parte della rassegna “Corti e Castelli” l’originale orchestra di flauti Triscele flutes, diretta da Francesco Bruno, con il concerto Jeux de vent che vedrà la partecipazione straordinaria della flautista polacca Viktorija Marija Zabrodaitè, in veste di solista.

L’organizzazione raccomanda di rispettare il distanziamento e ricorda che per l’ingresso è necessario l’uso della mascherina.

CORTI E CASTELLI – PROGRAMMA 

ven. 11 giugno 2021 | h 20.30

BACH VS VIVALDI

Camerata Strumentale Siciliana

Augusto Vismara, violino e maestro concertatore

violini: Augusto Vismara, Marcello Spina, Gaetano Adorno, Martina Scarpuzza, Salvatore Bentivegna, Giovanni Cucuccio, Ricardo Urbina, Dario Spina, Egle Denaro, Mariachiara Buonocore

viole: Fabio Distefano, Clelia Lavenia, Lorenzo Conti

violoncelli: Alessandro Longo, Marco Bologna, Giulio Nicolosi

contrabbasso: Carmelo La Manna

cembalo: Alistair Sorley

ven. 18 giugno 2021 | h 20.30

WORLD DRUM SHOW

Percussio Mundi

Giovanni Caruso, direttore
special guest Alberto Alibrandi, pianoforte

ven. 25 giugno 2021 | h 20.30

I BRANDERBURGHESI

DI J.S. BACH (I)

Camerata Strumentale Siciliana

Giovanni Roselli – Andrea Virzì, flauti
Maria Pia Tricoli, pianoforte
Augusto Vismara – Marcello Spina, violini
Gaetano Adorno, viola
Alessandro Longo, violoncello

ven. 2 luglio 2021 | h 20.30

BACH VS MOZART

Daniele Costa, direttore
Francesco Morabito e Chiara Giuffrida, pianoforte

mar. 13 luglio 2021 | h 20.30

I BRANDERBURGHESI

DI J.S. BACH (II)

Camerata Strumentale Siciliana

Giovanni Ferrauto, direttore
Alberto Cesaraccio – Carlo Cesaraccio – Duilio Belfiore, oboi
Angelo Bonaccorso – Lorenzo Scolaro, corni
Angelo Valastro, fagotto
Augusto Vismara – Marcello Spina – Gaetano Adorno, violini
Giovanni Roselli, flauto
Vito Grasso, tromba

gio. 22 luglio 2021 | h 20.30
CANZONE D’AUTORE NEL DOPOGUERRA
Smile Ensemble
Anna Salsetta, voce
Francesco Falci, pianoforte
Orazio Costanzo, clarinetto & sax
Sergio Calabrò, batteria
Domenico Morselli, contrabbasso

ven. 30 luglio 2021 | h 20.30
JEUX DE VENT
Triscele Flutes Orchestra
Francesco Bruno, direttore
Viktorija Marija Zabrodaitè, flauto.

Informazioni e prenotazioni  al numero 3920889640 (ore 10-13 e ore 16.30-20). Prevendite biglietteria online: boxoffice.cpsmusic.com. Ingresso: € 12 intero – € 10 ridotto ridotto over 65 anni e strudenti.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.