“Con te e senza di te” Lucia Sardo debutta alla regia

Visioni L'attrice catanese sceglie per la prima volta di stare dietro la macchina da presa per "Con te e senza di te", cortometraggio al femminile girato a Catania tra la Pescheria, via Plebiscito e le piazze Duomo e Stesicoro che annovera nel cast Egle Doria,Vitalba Andrea, Miriam Palma, Elvira Fusto e Niki Nicchitta

Una città, Catania, e quattro donne alle prese con delusioni d’amore, cucina e riti magici. Di più non si può dire, ma tanto basta a incuriosire sulla prima regia cinematografica di Lucia Sardo: “Con te e senza di te”.

Lucia Sardo dietro la macchina da presa

Lucia Sardo dietro la macchina da presa

Attrice per cinema, teatro e tv, regista e autrice teatrale, Lucia Sardo per la prima volta sceglie di stare dietro la macchina da presa, con un cortometraggio scritto insieme a Elvira Fusto e prodotto da Bruno Tribbioli e Alessandro Bonifazi della Blue Film. Le riprese sono state realizzate nei giorni scorsi a Catania con la collaborazione della Film Commission comunale, tra il mercato della Pescheria, via Plebiscito, le piazze Duomo e Stesicoro e dintorni. Nel cast artistico figurano Egle Doria,Vitalba Andrea, Miriam Palma, Elvira Fusto, Niki Nicchitta. Aiuto regia è Pierluca Di Pasquale, direttore della fotografia Orazio Cristaldi della Grafofilm.

Miriam Palma, Elvira Fusto e Vitalba Andrea sul set

Miriam Palma, Elvira Fusto e Vitalba Andrea sul set

«Il produttore voleva anche che interpretassi una parte – confida Lucia Sardo, raggiunta sul set in via Sant’Euplio – ma ho preferito concentrarmi sul ruolo di regista. Il corto è scritto da donne e parla di donne. E’ la storia “a colori” di una sofferenza d’amore. Perché le donne soffrono a colori, gli uomini in bianco e nero. Le donne nelle difficoltà cercano soluzioni, anche in modo variopinto, gli uomini sono più tetri. Stare dietro la macchina da presa – continua – mi ha fatto notare tante cose che “girano intorno” a un film e che avrei voluto rubare, fare mie, ma non ho potuto, perché il cinema, a differenza del teatro che è più fedele alla realtà, richiede un lavoro preparatorio, cerebrale, forse più maschile».

Completano il cast tecnico Salvo Anastasi (fonico – Grafofilm), Marianna Sciveres (costumi e scenografia), Giacomo Lamborizio (assistente di produzione), Maria Rosa Strano (segretaria di edizione), Antonella Muzzetta (trucco), Valeria Biclungo (montaggio).

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.