Con “MusT” si riapre il sipario del Teatro Musco di Catania

Teatro Presentato il nuovo progetto teatrale ideato dal regista Giuseppe Dipasquale con l'attrice Valeria Contadino e i produttori Salvo Costantino, Marco Vinci e Roberta Russo, che rimette in gioco il palcoscenico catanese, per molti anni uno dei teatri in uso al Teatro Stabile, chiuso da un anno

Prosa e comicità. Musica e formazione. Workshop, incontri letterari, degustazioni ed eventi rivolti soprattutto alle nuove generazioni. Per esplorare in ogni sua espressione artistica il Teatro, che non è solo un luogo d’incontro per la cittadinanza, ma un incubatore contagioso e virale dove condividere, confrontarsi e contaminarsi. Venerdì 1 dicembre, nella sala dell’Angelo Musco (per molti anni in uso al Teatro Stabile di Catania, e chiuso un anno fa), è stato presentato il nuovo progetto “MusT Musco Teatro”, ideato e sviluppato dal regista Giuseppe Dipasquale (direttore dello Stabile etneo fino a due anni fa), insieme ai suoi compagni di viaggio: l’attrice Valeria Contadino, il produttore teatrale Salvo Costantino, Marco Vinci e Roberta Russo.

La presentazione di MusT Musco Teatro

La presentazione di MusT Musco Teatro

 

«Il teatro è come una casa dove abitare – ha spiegato il direttore artistico Dipasquale – MusT sarà per noi una dimora che ci vedrà, con tutti i protagonisti che calcheranno il palco, impegnati a ri-consegnare alla città di Catania un luogo pieno di energia, una fucina per la creatività dove le arti s’incontreranno per dare vita a una nuova visione della realtà. Abbiamo voluto cambiare le sorti di questo luogo, destinato all’abbandono o alla riconversione, con una destinazione d’uso ben lontana dalla storia e dalla memoria collettiva. Vogliamo invece rilanciare questo spazio e aprirlo alla città, per proporlo con una nuova, rinnovata identità».
Con una stagione teatrale di ampio respiro e multidisciplinare, si alza ufficialmente oggi il sipario di un teatro che è stato, e continuerà ad essere cuore pulsante della grande tradizione teatrale siciliana: «Crediamo fortemente in questo progetto, portato avanti con grande impegno e passione: un laboratorio in continua crescita, dove convergeranno tutti coloro che credono nella cultura quale strumento di conoscenza e di crescita – ha affermato Valeria Contadino durante la conferenza – attraverso MusT metteremo insieme una serie di proposte diversificate che costituiranno un nuovo modo di vivere il presente, dove il pubblico sarà chiamato a giudicare e scoprire l’offerta, ma allo stesso tempo dovrà crescere insieme all’offerta».

Dalla rassegna di prosa che reinterpreta la grande tradizione con nuovi linguaggi espressivi, alla drammaturgia didattica rivolta agli studenti; dai percorsi che accolgono le nuove contaminazioni musicali ai festival nati dalla combinazione di teatro e degustazioni enogastronomiche, per poi passare ai cicli di conversazioni e letture con personaggi di spicco del panorama culturale. Un cartellone che si prospetta dunque ricco e ricercato, con la partecipazione di molteplici artisti e partner culturali: tra questi, Kidstrip – la piattaforma che mira a strutturare circuiti “family friendly”, che aprirà il teatro anche alle famiglie con bambini – e I PRESS, che ha rilanciato la comunicazione di questa nuova avventura, nata nel segno della creatività e della contemporaneità.
Il primo spettacolo, che inaugurerà il calendario 2017/2018 di MusT, andrà in scena l’1 dicembre: “La verità rende single” di Marco Bazzoni – Baz, scritto dallo stesso Bazzoni con Marzio Rossi, in programma – alle ore 21.00 – fino a domenica 3 dicembre. Una rappresentazione dal ritmo calzante dove si ride, si canta, ci si commuove e si riflette e che darà il via alla rassegna Comics curata dall’associazione culturale Ecco Godot di Marco Vinci e Roberta Russo.

Guarda il calendario di MusT Musco Teatro

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.