​Compagnia delle Opere Sicilia Orientale chiama a raccolta le associazioni no profit

Compagnia delle Opere Sicilia Orientale chiama a raccolta tutte le associazioni no profit siciliane con l’intento di creare una rete per mettere a fattor comune le attività di ciascuno, condividere proposte operative e fare emergere le esigenze più stringenti: dalla progettazione europea ai servizi finanziari. L’Open day si svolgerà il 16 febbraio 2016, a partire dalle ore 16, nella sede della cooperativa Fenice di via Gozzano 47, Catania (zona Vulcania).

Compagnia delle Opere Sicilia orientale - ph Brunella Bonaccorsi

Compagnia delle Opere Sicilia orientale – ph Brunella Bonaccorsi

Alla giornata parteciperanno varie realtà non solo siciliane come il Banco Building, una onlus che si propone di raccogliere le richieste di opere di carità e missionarie e di ricercare aziende disposte a donare i beni di cui le opere hanno bisogno. Le aree di intervento di Banco Building (che non è presente al sud Italia) sono i materiali edili (in particolare: piastrelle e sanitari), arredamenti (mobili da ufficio e cucine) e tessile (lenzuola e vestiti per bambini). Saranno presenti anche Banco Farmaceutico, Banco Alimentare, e La Casa di Toti che si occupa di fundraising.
«Cdo Opere Sociali – chiosa il presidente di Compagnia delle Opere Sicilia Orientale, Salvatore Abate – vuole farsi da motore, traino e supporto per le iniziative delle varie associazioni no profit, per far sì che le collaborazioni e le “amicizie” instaurate durante la giornata di Expandere, che si è svolta il 10 novembre 2015 a Etnafiere, possano proseguire in collaborazioni sempre più vigorose»
In quella occasione si parlò di “La responsabilità sociale d’impresa: esperienze in atto per crescere”, in cui si è sottolineata l’importanza delle sinergie tra tutte le parti sociali presenti ed operanti sul territorio. Il risultato è stato una fattiva collaborazione che prende il suo via ufficiale proprio in occasione dell’Open day in programma il 16 febbraio prossimo.
«Auspico che la giornata possa essere, non soltanto una giornata di lavoro, ma un momento di scambio, incontro e sinergia tra le varie opere sociali, una giornata in cui poter far emergere le esigenze più stringenti, e condividere le proposte operative da perseguire sul nostro territorio» spiega Rosaria Massimino, referente di CdO Opere Sociali.

L’incontro ha lo scopo di far emergere le esigenze di ogni associazione che parteciperà alla giornata durante la quale si delineeranno i piani di lavoro per le associazioni no profit da seguire durante il 2016; si parlerà della finanziabilità delle attività delle opere no profit, e si presenterà un corso di progettazione Europea e la Scuola Opere 2016, organizzata da CdO Opere Sociali Nazionale, il cui primo incontro è previsto per il 17 marzo. Si procederà infine all’implementazione di collaborazioni con imprenditori del territorio.
«Ci aspettiamo un grande lavoro –– sottolinea il direttore di Compagnia delle Opere Sicilia Orientale, Cristina Scuderi – Com’è nella nostra filosofia sposiamo iniziative di questo tipo che mettono in rete varie realtà del territorio, associate e non a CdO, che fianco a fianco possono crescere meglio e con più rapidità, consapevoli del sostegno reciproco

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.