Cantine aperte a San Martino, il 15 novembre si brinda in tutta Italia

Cantine aperte, calici di rosso e colori d’autunno per la Festa di San Martino

Dalla gara di raccolta dei grappoli Rapulè in Piemonte al corso di cucina per bambini in Veneto, ‘Mani in pasta’; dai #SelfiediSanMartino di MTV Marche all’assaggio dei campioni da vasca in Sicilia, fino alle lezioni di potatura in Lombardia. Ma anche vino novello e castagne, musica, mostre d’arte, degustazioni e abbinamenti con la pasticceria e i prodotti tipici dal Friuli Venezia Giulia al Lazio, dall’Umbria alla Campania, dall’Abruzzo al Molise.
Il 14 e 15 novembre arriva Cantine Aperte a San Martino del Movimento Turismo Vino: un’occasione per brindare al nuovo anno agricolo assieme ai produttori, ricordando l’antica usanza dell’11 novembre di festeggiare il raccolto. Nelle Marche, in Friuli Venezia Giulia e in Campania si comincia già sabato 14, mentre nel resto d’Italia le cantine MTV apriranno le porte a enoappassionati, giovani e famiglie domenica 15 per far assaggiare i vini nuovi o i mosti ancora in fermentazione, in abbinamento a prodotti di stagione, e per far rivivere la tradizione del giorno di San Martino. Non mancheranno gli appuntamenti “A tavola con il Vignaiolo” – in Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Molise e Piemonte – e le attività per i più piccoli in Emilia Romagna, Umbria e Lombardia. Cantine Aperte a San Martino sarà anche un appuntamento all’insegna dell’ambiente con la raccolta dei tappi di sughero in partnership con la Campagna di promozione del sughero Intercork II*, per sensibilizzare il pubblico all’utilizzo sostenibile di questo prodotto 100% naturale e riciclabile.

Le cantine siciliane che aderiscono all’iniziativa

Alessandro Di Camporeale – Camporeale (Pa)
Marchesi De Gregorio – Monreale (Pa)
Feudo Ramaddini – Pachino (Sr)
Cantine Florio – Marsala (Tp)

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.