Blog

Buon anno senza confini con AstroLuca

Blog Su twitter l'astronauta paternese Luca Parmitano, comandante della missione spaziale Beyond si definisce siciliano, italiano, europeo, terrestre. Senza confini. Nel mio piccolo, non ho dubbi ad eleggerlo siciliano dell'anno


Siciliano, italiano, europeo, terrestre. Senza confini. E’ Luca Parmitano, il 43enne astronauta paternese in orbita sulla ISS, la Stazione spaziale internazionale, con la missione Beyond. Il tweet di AstroLuca postato nel giorno di Santo Stefano è il miglior saluto possibile a quest’anno che si chiude e al nuovo pronto a venire. Una carta di identità della miglior Sicilia possibile che dall’alto dello spazio si misura con la mancanza di limiti e non con la sua difesa. L’uomo intelligente i confini li supera, lo stupido ne fa un totem.

Recita la scheda dell’Esa, l’Agenzia spaziale europea, sulla missione che “i colleghi descrivono Luca Parmitano come una persona molto concentrata sugli obiettivi ed equilibrata, sempre pronta a reagire rapidamente e con spiccate doti di leadership. Luca affronta serenamente le difficoltà e cerca costantemente nuove sfide”. Solo un uomo così poteva darsi una descrizione così bella e calzante.

Sulla missione Beyond, condivisa con con il cosmonauta russo Alexander Skvortsov e l’astronauta della Nasa Andrew Morgan, la scheda Esa dice che la “seconda missione nello spazio di Luca si chiama “Beyond”, un termine scelto per indicare il nostro desiderio di esplorare l’universo, di guardare ben oltre il nostro pianeta e di ampliare le nostre conoscenze”. A bordo della Stazione spaziale internazionale, Parmitano, Skvortsov e Morgan sono stati accolti dai cosmonauti Alexy Ochivin di Roscosmos e Nick Hague e Christina Koch della Nasa, dando inizio alla Spedizione 61. Parmitano adesso ricopre il ruolo di comandante, primo italiano ad avere questo onore. Non ho dubbio alcuno ad eleggere, nel mio piccolo, Parmitano il siciliano dell’anno. Non ha rivali né con questa caratura ne potrebbe avere.

Persino il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella lo ha citato nel messaggio di  fine anno: “Saluto Luca Parmitano – il primo astronauta italiano al comando della stazione spaziale internazionale – impegnato nella frontiera avanzata della ricerca nello spazio, in cui l’Italia è tra i principali protagonisti. Da lassù, da quella navicella – come mi ha detto quando ci siamo collegati – avverte quanto appaiano incomprensibili e dissennate le inimicizie, le contrapposizioni e le violenze in un pianeta sempre più piccolo e raccolto. E mi ha trasmesso un messaggio che faccio mio: la speranza consiste nella possibilità di avere sempre qualcosa da raggiungere. E’ questo l’augurio che rivolgo a tutti voi”. Avere sempre qualcosa da raggiungere. Beyond vuol dire oltre, lo sguardo capace di cercare l’ignoto e volerlo conoscere.

Abbiamo amato tutte le fotografie scattate dallo spazio da Parmitano, foto che ci hanno restituito l’identità della Terra come bene comune, l’unica veramente possibile. Non senza una punta di orgoglio abbiamo retwittato o postato le foto della nostra Sicilia, con tanto di pennacchio di fumo etneo in evidenza, isola che vista dall’alto appare in tutta la sua bellezza. Solo così riusciamo ormai ad apprezzarla senza se e senza ma, al di fuori delle brutture umane, dalle città devastate dai rifiuti alle ferite inferte dai tre poli petrolchimici alla violenza mafiosa di cui non siamo riusciti a liberarci, solo per citare alcuni suoi mali.

Ma il sorriso con cui Parmitano ci restituisce in foto la sua e la nostra Sicilia per un attimo ci fa desistere dai cattivi pensieri. Quindi buon anno dalle stelle, nel nome di AstroLuca.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.