sabato 25 maggio 2019

sabato 25 maggio 2019

MENU

Artigiani del "freddo" a raccolta, torna la Nivarata

Tutto fa panza

Ad Acireale, dal 3 al 5 giugno, l'appuntamento con il festival della granita siciliana al quale partecipano “granitieri” provenienti da tutto il mondo ma anche maestri gelatai che concorrono al premio "Caviezel"


di Redazione SicilyMag

La granita artigianale, ancora oggi, rimane una risorsa economica importante per la Sicilia. Dopo il successo dell'edizione 2015 con oltre 110 mila visitatori, centinaia tra aziende, associazioni, istituzioni e gelatieri internazionali partecipanti, torna l'appuntamento, dal 3 al 5 giugno, con la Nivarata, il festival internazionale della granita siciliana di Acireale. La manifestazione, organizzata da Progetti Collaterali e Studio Muse in collaborazione con il comune di Acireale, alla sua quinta edizione continuerà a deliziare i palati dei numerosi visitatori con le creazioni di “granitieri” provenienti da tutto il mondo, in una location d’eccezione: piazza Duomo.

Il nome Nivarata prende spunto dagli antichi nivaroli, preziose figure del passato che, attraverso la raccolta e la custodia della neve depositata sulla sommità delle montagne, rendevano possibile la realizzazione del dolce freddo al cucchiaio, tipicamente siciliano. Anche quest'anno gli organizzatori presentano un festival all'insegna dell'artigianalità, della qualità e della passione. L’utilizzo di materie prime di eccellenza e l’inventiva dei maestri gelatieri - che fino allo scorso anno hanno creato oltre 50 gusti diversi di granita - garantiscono il successo di una manifestazione che permette a migliaia di visitatori di assaporare un prodotto di altissima qualità, scoprendo inoltre l’architettura, la storia e la cultura dell’isola.

«Nivarata è una scommessa vinta- commenta il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo -. Il festival piace e cresce perché sfrutta con innovazione e originalità una peculiarità della tradizione dolciaria siciliana, che ad Acireale trova una culla d’eccezione. Nivarata promuove una fetta della nostra cultura e attrae ogni anno imprenditori e tantissimi visitatori: per questo l’amministrazione comunale ha sostenuto e sosterrà il festival».
Durante i tre giorni di Nivarata anche concorsi per premiare le granite speciali e innovative: professionisti del settore si sfideranno nel tradizionale concorso “Granita dell’anno”, e per ottenere gli ambiti premi “Don Angelino” - assegnato a chi saprà distinguersi nella tecnica di lavorazione – e “Caviezel”, dedicato al gelato artigianale.
Nivarata prevede incontri, degustazioni, live food show, attività per bambini, itinerari culturali e naturalistici, artisti di strada e sfilate di mezzi d’epoca. E ancora, dibattiti culturali, convegni storici, workshop e una mostra storica della granita siciliana, con un percorso espositivo polisensoriale. In programma anche la manifestazione “La granita buona che fa bene anche agli altri”, serata di sensibilizzazione per il tumore.
Il festival, oltre ai produttori di materie prime e alle aziende del settore dolciario, coinvolge anche gli operatori turistici, pronti a valorizzare le bellezze barocche e naturalistiche di Acireale, che gode delle bellezze della Timpa e della magnificenza dell’Etna.
Programma e informazioni su www.nivarata.it


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 16 marzo 2016





TI POTREBBE INTERESSARE

Festa di primavera da Io.bio, la fattoria urbana di Palermo dove ci si riconnette con la terra

Venerdì 12 aprile l'agribistrot creato dai coniugi Gino Gambino e Carmela Senatore ospiterà l'evento di stagione che promuove l'oasi urbana con cucina biologica affidata a Marco Piraino, immersa in un agro di 3mila metri quadri lungo l'asse viario per Monreale: «Produciamo anche ortaggi, frutta, olio bio perché crediamo che sia importante nutrirsi in modo sano»

Valeria Raciti vince Master Chef 8

La trentunenne segretaria di Aci Sant'Antonio ha convinto i giudici Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli ed ha sbaragliato gli avversari Gilberto Neirotti e Gloria Clama. Ha vinto centomila euro e la possibilità di pubblicare un libro di ricette: «Devo tutto a mia nonna, stavo sempre con lei ai fornelli»

Catania commensale perfetta per il week end del gusto

Dal 30 marzo al 2 aprile la città etnea è stata una capitale dei sapori grazie a tre eventi di grande successo che si sono intrecciati in città: il salone dell'enogastronomia Cooking fest, il 30° congresso nazionale della Federazione Italiana Cuochi (culminato nella serata evento al Bellini) e il Cibo Nostrum alla Villa Bellini che ha donato 45 mila euro in beneficenza

Il Gambero Rosso premia Unetto, la panineria gourmet di Bagheria

La panineria di Tony Lo Coco e Marilena Chiavetta è la migliore in Sicilia nella categoria street food

L'essenza di Pantelleria e Favignana nei piatti di due grandi chef

Due isole, due chef, due eventi culinari, una grande etichetta. Cantine Pellegrino organizza a Marsala "La cucina delle isole": un pranzo dedicato a Pantelleria il 31 marzo e una cena dedicata a Favignana l'8 aprile, preparati rispettivamente da Mario Puccio e Francesco Balzani, per viaggio sensoriale alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche isolane

A Martina Caruso del Signum di Salina il premio Chef Donna Michelin

La trentenne chef siciliana è stata premiata a Milano nell’ambito della quarta edizione dell’Atelier des Grandes Dames, un network che ha lo scopo di celebrare il talento femminile nell’alta ristorazione voluto da Veuve Clicqu. Riceve il premio per la grande volontà e capacità di progredire e di rappresentare la sua isola raggiante, attraverso una grande tecnica