sabato 20 ottobre 2018

sabato 20 ottobre 2018

MENU

Alla scoperta di Scicli guidati dai "seguaci" della dea Tanit

Itinerari

“Tanit Scicli” è la scommessa di un gruppo di giovani con la passione per la storia e l’arte della Sicilia, ma soprattutto con una gran voglia di non mollare e di mettere le radici del proprio futuro in questa terra. Dal 20 luglio al 7 settembre, ogni venerdì, propongono un calendario di visite alla scoperta di percorsi storici, culturali e naturalistici unici della cittadina iblea


di Giusy Messina

Arte, fede, natura e cultura. E' la mission di “Tanit Scicli” che da venerdì 20 luglio al 7 settembre propone un calendario di visite alla scoperta di percorsi storici, culturali e naturalistici unici della cittadina barocca iblea, patrimonio Unesco.
“Tanit Scicli” è la scommessa di un gruppo di giovani legati dalla grande passione per la storia e l’arte della Sicilia ed in particolare di Scicli, ma soprattutto dalla voglia di non mollare e di mettere le radici del proprio futuro in questa terra.
«Il nostro compito- spiega Vincenzo Burragato, presidente dell’associazione Tanit Scicli- è creare un ambiente fertile per i giovani in cui possa germinare cultura, salvaguardare e diffondere il patrimonio culturale». Ed è a Tanit, dea madre dei fenici che presiede alla fertilità, alla gioia ed alla guerra, che i giovani dell’associazione s’ispirano «perchè vogliamo combattere- chiosa Burragato- per un paese migliore»

Vincenzo Burragato, presidente di Tanit Scicli

"Tanit Scicli" organizza visite guidate, percorsi cittadini e si occupa della gestione di monumenti pubblici e privati. Propone un diverso approccio alla città: una valida guida a 360° su cui contare, per meglio conoscere e apprezzare la storia, l’arte e l’archeologia di Scicli. Da più di quattro anni, Tanit Scicli gestisce il Museo dell’Antica Farmacia Cartia, una delle location del commissario Montalbano, con un oltre un secolo di storia dove sono conservati intatti, barattoli con le essenze naturali, ampolle, boccette, bilancini, ceramiche ed un antico registratore di cassa, oggi riaperta al pubblico nella nuova veste culturale, grazie all’impegno dei ragazzi dell’associazione.

L'antica Farmacia Cartia

Dopo il successo dello scorso anno, il 20 luglio prendono il via “I Venerdì di Tanit” che danno l’opportunità di scoprire il fascino di una storia millenaria. Si inizia con una delle passeggiate classiche di Tanit, quella dedicata alle chiese rupestri di Scicli, scrigni nascosti intrisi di misticismo e fede popolare, dove è ancora palpabile la sacralità di una fede antica. Passeggiata poi che si replicherà il 13 agosto, essendo anche un Cammino Sacro inserito nel calendario di Vie Sacre Sicilia.

Turisti a spasso con Tanit Scicli

Secondo appuntamento, venerdì27 luglio, alla scoperta degli antichi quartieri di San Giuseppe e dell’Altobello, con le loro ripide scalinate che si aprono su paesaggi meravigliosi, tra la chiesa settecentesca di San Giuseppe e una visita nella bellissima e suggestiva chiesa del Calvario a metà del colle di San Marco.
Una novità è la passeggiata del 3 agosto, durante la quale si esplorerà il Colle San Matteo, sul quale sorge l’omonima chiesa, simbolo di Scicli. Si andrà alla scoperta delle origini della città, percorrendo gli antichi sentieri della Scicli preterremoto, visitando le chiese che costellano il colle, godendo, infine, della vista mozzafiato sulla città stessa.

Uno dei paesaggi mozzafiato di Scicli

Il 24 agosto sarà la volta del quartiere di San Bartolomeo. La passeggiata inizia da via Castellana e porta alla scoperta dei luoghi nascosti dell’antico quartiere di San Bartolomeo, percorrendo le stradine medievali tra i colli di San Matteo e San Marco, dalle quali emergono la meravigliosa chiesa di San Bartolomeo e quella rupestre di Piedigrotta, passando poi sotto il quartiere trogloditico di Chiafura, per arrivare alla torre medievale in Via Loreto.

La passeggiata del 31 agosto si vestirà d’avventura con un percorso che poterà dal convento di Sant’Antonin a e la Scala del Padre Eterno: una novità delle passeggiate di Tanit, un percorso storico e naturalistico allo stesso tempo, un trekking che porta alla scoperta del bellissimo convento di Sant’Antonino e della sua storia, salendo poi alla Scala del Padre Eterno, passando tra scale scavate nella roccia, chiese rupestri dimenticate e tombe di epoca castellucciana, fino al punto panoramico dove si ammira una vista mozzafiato su Scicli. Gli appuntamenti si concludono il 7 settembre con la passeggiata lungo la cava di Santa Maria la Nova, quartiere mariano per antonomasia, ricco di tesori architettonici e di luoghi del folklore sciclitano. Questo percorso porta alla scoperta delle chiese di Santa Maria della Consolazione e del Santuario di Santa Maria la Nova, costeggiando anche il convento domenicano dedicato alla Madonna del Rosario e finendo con l’Eremo di San Guglielmo Cuffitella, luogo di particolare fascino, e la Grotta delle Cento Scale.

Per informazioni e prenotazioni tel. 338 8614973 – tanitscicli@gmail.com.

© Riproduzione riservata
Pubblicato il 20 luglio 2018
Aggiornato il 24 luglio 2018 alle 21:32





Giusy Messina

Palermitana, classe '63, ama profondamente la sua Isola. Il suo motto è: con leggerezza si possono dire cose importanti. Si occupa di enogastronomia, storie, luoghi e territori, per raccontare una Sicilia nascosta e preziosa. Ha collaborato con il quotidiano L'Ora, La Repubblica, Cult. Ha scritto la prima guida de Il Movimento del Turismo del Vino in Italia, per la Sicilia. È giornalista pubblicista dal 1996.


TI POTREBBE INTERESSARE

Con le Giornate Fai d'Autunno #salvalacqua

Il 13 e il 14 ottobre il Fondo Ambiente Italiano dedica due giorni alla sensibilizzazione dei cittadini sul valore dell'acqua, una risorsa preziosa ma sempre più scarsa. Nelle nove province siciliane saranno proposti itinerari a tema che indagano il profondo legame che la Sicilia ha sempre avuto con una delle principali risorse terrestri

Galati Mamertino dove le antiche tradizioni trainano il futuro

La bellezza della natura rigogliosa del borgo nebroideo, ancora popolata da numerose specie selvatiche, si lega a un progetto di sviluppo sostenibile che parte dall'enogastronomia e coinvolge agricoltura e turismo. Qui tanti giovani sono tornati ai mestieri "di una volta" con l'obiettivo di strappare i campi all'oblio e preservare il loro scrigno di biodiversità, puntando all'eccellenza

A spasso tra "Le Vie dei Tesori"...
in tutta la Sicilia

La più grande manifestazione dedicata alla promozione del patrimonio culturale prende il via il 14 settembre e si allarga all'intera Sicilia: ad Agrigento, Caltanissetta, Messina e Siracusa si aggiungono Trapani, Ragusa, Modica e Scicli. Dal 5 ottobre Palermo aprirà 130 siti e dal 19 ottobre si aggiungeranno anche Catania, Enna e quattro città del nord Italia

Trecastagni, dove la bellezza è un patrimonio da condividere

I cittadini del borgo alle pendici sud-orientali dell’Etna dopo l’azzeramento dell’amministrazione comunale reagiscono all’accusa di "mafiosità" tout court mostando l'aspetto più bello e sorprendente del territorio: una fucina di artisti e un movimento di imprenditori che riempiono le strade di colori, profumi e parole, e aprono le loro antiche case ai visitatori

Il "campanilismo" di Giarre e Riposto che affondò le sorti di Jonia

L'ostentazione dei campanili dei principali templi cristiani - il Duomo di Giarre e la basilica minore di Riposto dedicata a San Pietro -, dei due comuni attigui, tra i principali della costa ionica etnea, plasticamente vogliono quasi ribadire la "necessità" della separazione delle brevi sorti comuni, dal 1939 al 1945, racchiuse nel 1942 nel nome "fascistizzato" di Jonia

Oltre il castello, Mussomeli al di là delle tracce ancora vive di Manfredi Chiaramonte

Gli studenti del Liceo classico e alberghiero Virgilio il 10 giugno organizzeranno una nuova visita guidata dell'antico maniero del paese nisseno, il Nido d’aquila fuso nella rupe, ma chi ha voglia di scoprire per bene (rigorosamente a piedi) lo storico borgo troverà numerosi scorci, piazze e monumenti che ne richiamano i fasti di una volta