Al Transport Logistic di Monaco i porti siciliani fanno rete

Chi viene e chi va Al Transport Logistic di Monaco di Baviera, salone leader e importante piazza d'affari, le autorità portuali di Palermo, Messina, Catania e Augusta hanno fatto rete, promuovendo una Sicilia dei porti competitiva e fattiva, pronta a reperire traffici attraverso il miglioramento delle infrastrutture

Il Transport Logistic di Monaco di Baviera è il salone leader riconosciuto a livello mondiale, una piazza d’affari, un’importante fonte d’impulsi e di incontri tra gli operatori del settore, provenienti da tutto il mondo. A bilanciare la forza del sistema dei porti liguri che da tempo lavorano insieme, e dei porti del nord Adriatico, le autorità portuali di Palermo, Messina, Catania e Augusta – un vero e proprio sistema logistico siciliano – hanno fatto ancora una volta rete, promuovendo una Sicilia dei porti competitiva e fattiva, pronta ad accogliere una sfida internazionale complessa: quella di reperire traffici attraverso un continuo miglioramento delle infrastrutture portuali. Così si muovono i porti siciliani, guidati a Monaco dal vicepresidente di Assoporti, Antonino De Simone.

Il salone di Monaco di Baviera

Il salone di Monaco di Baviera

«Partecipare a questa manifestazione biennale – ha spiegato il presidente dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella – è stata strategicamente importante per ottenere le informazioni più innovative sulla composizione e l’evoluzione del mercato con incontri mirati che favoriscono la crescita delle attività commerciali e operative nei nostri porti di Palermo e Termini Imerese. Nel primo continuano i lavori di dragaggio del porto commerciale per eliminare alcune criticità che rendono difficoltose le manovre operative dei connessi ormeggi. Inoltre, prossimamente verranno potenziate le strutture di controllo attraverso scanner e metal-detector per i traffici ro-ro extra Schengen. Nel secondo sono in corso le gare di aggiudicazione dei lavori di completamento del molo sopraflutto e del molo sottoflutto, e si stanno progettando interventi legati alla security, quali la videosorveglianza».

«Per Messina e Tremestieri – dichiara il presidente Antonino De Simone – é stato molto apprezzato l’intervento dell’Authority nel dotare il porto di nuove strutture e attrezzature che permetteranno agli operatori di attirare nuovi traffici internazionali e collegamenti ro-ro con Paesi dell’area mediterranea, grazie anche alla consulenza dell’ICE e del Centro Trasporti e Logistica dell’Università La Sapienza di Roma in seno al Programma Export Sud. A Milazzo, invece, volgono ormai al termine (ottobre 2015) i lavori di ampliamento delle banchine e dei piazzali che hanno consentito un incremento delle banchine di 370 metri lineari e dei piazzali di mq 15.000. Sta per cominciare l’atteso dragaggio dei fondali e grande appeal ha avuto l’area di Giammoro con la prossima realizzazione del pontile a servizio anche delle acciaierie Duferco”.

Una delle grandi nave che ogni giorno partono e approdano in Sicilia

Una delle grandi nave che ogni giorno partono e approdano in Sicilia

“Sta per essere ultimata – spiega il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Catania, Cosimo Indaco – la nuova darsena commerciale al servizio del traffico ro-ro e containers. Una banchina di 1100 metri lineari, pescaggi 13 metri, 120 mila mq di piazzale, fornita di tutti i servizi (acqua, luce, fibra ottica). Questa nuova infrastruttura consentirà di potenziare la capacità ricettiva commerciale, rispetto all’attuale, di circa 60/80%, un dato che si aggiunge all’incremento del 20% registrato nel 2014, rispetto all’anno precedente. La nuova darsena inoltre consentirà di liberare spazi portuali per l’attività crocieristica, oltre ad aprire nuove aree per un maggiore sviluppo socio-economico della città».

«Continua celermente il potenziamento del porto commerciale di Augusta, già leader tra i porti industriali e porto “core” della rete TEN-T- è il commissario straordinario dell’Autorità portuale di Augusta, Alberto Cozzo, a parlare – che permetterà, nel breve, di avere a disposizione un terminal container di circa 300.000 mq, banchine attrezzate con gru a portale di nuova generazione con fondali di 14,5 mt. Già pronta la progettazione preliminare dell’adeguamento banchine per ulteriori 200 metri lineari, mentre domani scade la presentazione delle offerte per la partecipazione alla gara per l’ampliamento dei piazzali per ulteriori 100.000 mq rispetto agli attuali 300.000 disponibili. Inoltre è stata completata la nuova viabilità all’interno del porto commerciale, per rendere più efficiente la circolazione dei mezzi, mentre entro fine anno saranno realizzati i lavori infrastrutturali del servizio di videosorveglianza dell’intera rada e del port facility, il progetto di rifiorimento della diga foranea e quello strategico dello sfiocco ferroviario, al fine di dotare il porto di Augusta completamente intermodale”.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.