A Valverde giornata delle donne con i pasticceri di Bake Off Italia

Torna il percorso enogastronomico ATavula Cunzata, in programma mercoledì 8 marzo, alle ore 20,30 alla Masseria Carminello di Valverde, in via Carminello. L’evento, giunto quest’anno alla sua sesta edizione, è dedicato a “Il cibo degli iblei”. Ospiti d’eccezione della serata i tre pasticcieri Mattia Albertin, Francesca Tiranti e Luca Russo, tra i protagonisti dell’ediizione 2016 di “Bake Off Italia”, noto programma televisivo dedicato ai dolci, in onda su Real Time. I pasticcieri prepareranno per l’occasione tipici dolci siciliani andando a pescare nella ricca tradizione isolana. Nessuno dei tre è nato in Sicilia, hanno storia, background e tradizioni legate ad altre regioni dell’Italia. Mattia Albertin è veneziano, Francesca Tiranti è romana e Luca Russo napoletano. In occasione di A Tavula Cunzata, però, si cimenteranno nella preparazione di specialità dolciarie tipicamente legate al territorio dell’Isola rendendo omaggio da un lato ai nostri sapori antichi, in particolar modo quello di Ragusa e provincia, dall’altro alla donna, a cui è dedicata la serata, vista la concomitanza con la Giornata internazionale della donna. «Ci piace molto l’idea di dedicare una serata come questa al mondo femminile – spiegano gli organizzatori Antonio Rosano e Giovanni Samperi – Da sempre il concetto di cucina è legato alle nostre madri, alle mogli, alle nonne. Ripercorrere la nostra storia attraverso le pietanze che ci hanno accompagnato e che fanno parte della nostra tradizione gastronomica ci è sembrato il modo migliore per onorare e celebrare le donne. Dall’altro lato, in linea con la filosofia dell’evento, desideriamo celebrare anche la straordinaria ricchezza dell’enogastronomia siciliana valorizzando i prodotti tipici e di alta qualità».

Da sinistra Mattia Albertin, Francesca Tiranti e Luca Russo

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.