10 anni Retro’it

Eventi Sabato 31 gennaio al Ma Musica Arte di Catania festa rock'n'roll per i 10 anni del dancefloor vintage di Cinasky, Cottone, Napoli, Samperi, Borrelli

Sabato 31 gennaio al Ma Musica Arte, il club di via Vela a Catania, il terzo appuntamento di Retro’it, il dancefloor vintage firmato da Salvo Borrelli Fonkarelli, Dario Cinasky, Giacomo Cottone, Massimo Napoli e Roberto Samperi, festeggia i suoi primi 10 anni. Un traguardo importante per questo format che nato per gioco nel 2005 ed è diventato rapidamente uno degli appuntamenti vintage più amati a Catania. Una serata giocata in tutta spensieratezza e all’insegna della musica di qualità, che sa accogliere tutti all’insegna dell’amicizia. Il decennale sarà festeggiato a colpi di rock’n’roll per imprimere al party, un mood gioioso e leggero, con quel pizzico di nostalgia che non guasta mai; ad accompagnare i cinque direttori in questa ghiotta occasione ci saranno alcuni amici di palcoscenico che amano il favoloso “sound” degli Anni 50. Suoneranno in teatro, infatti, The Big Bluff, una band allargata composta dal batterista Carmelo Quartarone e dai suoi 4Melotones (Silvio Chiodo basso, Carmelo “Lupin” Sfogliano tastiere, voce e chitarra elettrica e Salvatore Longo detto “Turi Sax” sax tenore) a cui si aggiungeranno altri tre amici rock’n’roll come Francesco “Francois” Turrisi delle Coccinelle, Renny Zapato e Luca Nicotra.

Retro’it

Questa la sequenza dei dj set: Cinaski suonerà una selezione di swing and roll, Massimo Napoli suonerà una selezione tutta italiana, Salvo Borrelli suonerà una prima sessione di rock’n’roll, Roberto Samperi suonerà una seconda sessione di rock’n’roll, Giacomo Cottone darà voce musicale ai figli del rock’n’roll. Alla fine seguirà una dj jam con tutti i Retro Hits.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.