#valleyinlove, il San Valentino social & unconventional del Parco Valle dei Templi di Agrigento

Eventi Uno scatto speciale davanti al Tempio della Concordia e prezzi agevolati d'ingresso per le coppie che si presenteranno nel giorno di San Valentino 2020

Venerdì 14 gennaio appuntamento con tutti gli innamorati davanti al Tempio della Concordia per uno scatto speciale dedicato a San Valentino. Il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento promuove, in collaborazione con CoopCulture, l’iniziativa social dal nome #valleyinlove, destinata agli innamorati di tutte le età che, nel giorno di San Valentino, decideranno di visitare il Parco.

Le coppie avranno la possibilità di essere immortalate innanzi al Tempio della Concordia, un modo molto social di esternare il loro amore al cospetto di un simbolo che, attraversando i millenni, è metafora di eternità. Gli utenti saranno quindi incoraggiati a diffondere e condividere sul proprio canale social gli scatti con i quali hanno deciso di aderire all’iniziativa, taggando @valledeitempliofficial
Per celebrare questa ricorrenza le catacombe paleocristiane della Valle dei Templi saranno visitabili in coppia, ma al prezzo di uno: occasione imperdibile per trascorrere un San Valentino in Valle che sia social & unconventional.

Il percorso di visita è dedicato all’osservazione di particolari strutture riconducibili all’attività di necropoli delle prime comunità di cristiani agrigentini. La realizzazione di queste strutture ha modificato radicalmente diversi settori della Valle dei Templi. Iniziando dal cancello d’accesso a Villa Aurea, il tour entra da subito nel vivo con una passeggiata lungo il percorso di un antico asse viario greco, divenuto a partire dal sec. III d.C. una vera e propria “via dei sepolcri”. Percorrendo questo sentiero si giunge alla necropoli sub-divo, la cui realizzazione ha trasformato in parte l’originario contesto tra i templi di Ercole e di Concordia. L’itinerario prosegue attraversando il corridoio che taglia la necropoli paleocristiana e conduce all’accesso settentrionale della Grotta Fragapane, la catacomba più grande della Valle dei Templi. Visitate in successione la rotunda XII la Grotta Fragapane si giunge all’uscita meridionale del contesto sepolcrale sotterraneo che conduce fuori dalle mura di fortificazione, alla base di quel settore del costone roccioso della Collina dei Templi. Giunti al bivio con la cosiddetta necropoli romana “Giambertoni”, l’itinerario prosegue lungo un sentiero che costeggia esternamente il tratto delle mura di difesa e conduce al valico che permetterà di rientrare nel perimetro urbano della cittadina antica, nell’area di Villa Aurea. Da qui sarà possibile accedere al giardino della villa e, dopo aver goduto appieno di una breve ma intensa esperienza sensoriale immergendosi tra colori, odori e suoni del giardino, la visita si concluderà fuori dal cancelletto segreto che conduce innanzi al Tempio della Concordia.
A seconda dei momenti della giornata in cui verrà condotta l’esperienza, potrà essere necessario l’ausilio di led luminosi per rischiarare il percorso: questo particolare connoterà la visita di fascino e mistero. L’atmosfera serale o notturna, illuminata dai led, comunicherà sensazioni suggestive ai visitatori: sarà semplice immaginare di vedere gli antichi paleocristiani recarsi presso i loro sacri sepolcri, attraversando percorsi angusti, incolonnati quasi come fossero in processione. Lo scenario costituito da arcosoli, formae e da sepolture di altre tipologie occultate all’interno di grandi catacombe, collegate da percorsi sotterranei impervi, verrà ravvivato dalle tenebre.

Ingresso Parco Archeologico 10 euro
Costo attività visita ai percorsi sotterranei: 10 euro a coppia (gratuito under 12). Appuntamento alle ore 12.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.