martedì 24 ottobre 2017

martedì 24 ottobre 2017

MENU

Una parata di stelle per i 42 anni di Notomusica

Musica

Dal 29 luglio al 24 agosto il festival internazionale diretto da Corrado Galzio porta nel centro storico barocco una parata di stelle: dieci prestigiosi appuntamenti tra cui spiccano i nomi di Marcello Giordani, Dimitra Theodossiou, Paolo Fresu e Uri Caine


di Redazione SicilyMag

«Siamo il festival musicale più longevo della Sicilia e tra i decani in Italia e in Europa. Notomusica è quello che oggi si ama definire un esempio di resilienza. Resistere, per lunghi anni, alle bufere di vicende traumatiche per la Cultura ci ha premesso di arrivare a celebrare, estate dopo estate, una gioiosa festa della Musica, che da netino dedico alla mia città e a tutti quelli che la amano, incantati dalla sua storia e dalla sua bellezza». Il celebre pianista Corrado Galzio annuncia così la quarantaduesima edizione del prestigioso Festival Internazionale Notomusica, da lui fondato e diretto con la lungimiranza di un musicista di formazione classica ma aperto alle incursioni nei vari generi, dal jazz al folk alla world music.

La rassegna propone ancora una volta una parata di stelle, tra cui spiccano i nomi di Marcello Giordani e Dimitra Theodossiou, Paolo Fresu e Uri Caine, declinando un programma al tempo stesso raffinato e di grande impatto: dieci concerti in quattro settimane dal 29 luglio al 24 agosto, nel prestigioso Cortile del Collegio dei Gesuiti, che sorge nel centro storico barocco.
«Con i suoi 42 cartelloni, Notomusica è la manifestazione più longeva della Città, superando in questo persino l’Infiorata», sottolinea il Sindaco Corrado Bonfanti, tra i più autorevoli sostenitori del festival. «Il prossimo anno contiamo di riportare i concerti nel sontuoso Chiostro del convento di San Domenico, dove è iniziata la parabola ascendente di una manifestazione di eccellenza, punta di diamante dell’offerta artistica di Noto. Rendiamo perciò onore all’opera del maestro Galzio e confermiamo il nostro sostegno al festival, il cui successo ha contribuito nel tempo ad incrementare nel territorio il segmento del turismo culturale, come merita lo stupendo “giardino di pietra”, che il patron di Notomusica ha dimostrato di amare immensamente».

Uri Caine

E veniamo ai dettagli del cartellone. Si parte con i Carmina Burana di Carl Orff, nella versione per soli, coro, due pianoforti e percussioni. Sul podio il compositore e direttore d’orchestra Giovanni Ferrauto che guiderà le diverse formazioni impiegate, ovvero il gruppo Percussio mundi, l’ensemble corale “Ad Dei Laudem” e la Camerata Polifonica Siciliana, fondata dallo stesso Ferrauto. Solisti: il soprano Ann-Marie Alexis, il controtenore Massimiliano Giusto, il baritono Salvatore Todaro, i pianisti Gianfranco Pappalardo Fiumara e Roberto Carnevale (29 luglio).
Particolarmente attesto evento, data unica in Sicilia per quest’estate, “Two Minuettos” che vedrà duettare il trombettista Paolo Fresu e il pianista Uri Caine. Il concerto e il disco omonimo costituiscono un’altra tappa della collaborazione del duo, fortunatissimo incontro tra due grandi personalità del jazz moderno, qui in una sorta di “alternative version” alle prese con gli standard più tradizionali della storia del jazz, con il rischioso “senza rete” di avere scelto materiale davvero “pericoloso” per la sua enorme popolarità (31 luglio).
Spettacolare si configura la “Notte Tzigana”, evocativa di infiammate atmosfere zingare ungheresi, che vedrà di scena l’Orchestra Tzigana di Budapest con Antal Szalai, violino solista e direttore, e il corpo di ballo con le coreografie di Maria Cristina Tisato (3 agosto).

Paolo Fresu

Beethoven Five è l’invitante appuntamento sinfonico che abbina due pagine amatissimedel Titano di Bonn il Concerto n.5 “Imperatore” e la Quinta Sinfonia. L’esecuzione è affidata alla Symphonic Festival Orchestra, diretta da Enrique Batiz Campbell, pianista solista Mario Spinnicchia (6 agosto).
“I capolavori del romanticismo”, ovvero un’antologia di musiche di Chopin, Rachmaninov, Mahler, Glinka, saranno proposti dalla pianista Violetta Egorova e dal Quintetto Sikelikos, formato dai violinisti Alessandro Cortese e Antonio D’Amico, Aldo Randazzo, viola, Gerardo Maida, violoncello, Giuseppe Giacalone, contrabbasso (11 agosto).
Il rinomato pianista Boris Bloch costruirà il suo recital attraversando un ampio repertorio che trascorre da Bach a Beethoven a Liszt (13 agosto).

Marcello Giordani

Il galà lirico “La Notte delle Stelle” vedrà protagonisti due autentiche star che da lustri dominano i palcoscenici dei più importanti teatri d’opera: il soprano Dimitra Theodossiou e il tenore Marcello Giordani, che il pubblico cosmopolita di Notomusica potrà applaudire in arie e duetti di Bellini, Rossini, Puccini, Verdi, Mascagni; al pianoforte Rosario Cicero (17 agosto).
Ben si sposa con l’architettura e la quintessenza di Noto la messinscena di un caposaldo del melodramma settecentesco qual è “Aci e Galatea” di Haendel. L’ensemble barocco “Il Cimento Armonico” e la Camerata Polifonica Siciliana saranno guidati da Fabrizio Migliorino, maestro concertatore e direttore al cembalo; maestro del coro Dario Strazzeri. Il cast vocale annovera il soprano Emanuela Cucuccio (Galatea), il tenore Sergio Cabrera Hernandez (Aci), il soprano Giulia Mazzara (Damon), il basso Maurizio Muscolino (Polifemo). Manuel Giliberti è il regista dell’allestimento realizzato in coproduzione con il Teatro Brancati (20 agosto).

 Hjo Jazz Orchestra

“Latin & Swing” è l’eloquente titolo del viaggio della Hjo Jazz Orchestra in un suggestivo percorso dalle atmosfere anni ’30, ’40 e ’50, segnate dalle inconfondibili note di Glenn Miller, Count Basie e Duke Ellington a quelle sudamericane della bossa nova di Carlos Jobim, Joao Gilberto, Arturo Sandoval e Perez Prado (21 agosto).
“Musica & Cinema” associa celebri colonne sonore alla proiezione delle sequenze dei film per i quali sono state concepite da compositori come Morricone, Williams, Ortolani, Piovani. Melodie e pellicole indimenticabili, come La stangata, Un americano a Parigi, Colazione da Tiffany, Mission, Lo chiamavano Trinità, Romeo e Giulietta, C’era una volta in America, Il Padrino, Eyes wide shut, Nuovo Cinema Paradiso, La vita è bella, Il ponte sul fiume Kway. Il concerto conclusivo vedrà alla ribalta il “Bellini Ensemble”, formato – lo dice il nome – da strumentistidel Teatro Massimo Bellini di Catania (24 agosto).

Il Festival Internazionale Notomusica è promosso e sostenuto dal Mibact -Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, dall’Assessorato regionale al Turismo e dal Comune di Noto. Il festival è organizzato e prodotto dall’Associazione Concerti Città di Noto, fondata da Corrado Galzio nel 1975 e da lui presieduta. Tutti gli eventi avranno inizio alle ore 21,15.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 20 luglio 2017
Aggiornato il 18 agosto 2017 alle 19:38





TI POTREBBE INTERESSARE

Ecco D'acqua e di rosi, il canzoniere d'amore di Mario Incudine

E' uscito per Finisterre il primo dei quattro dischi che il cantautore ennese ha in programma entro un anno. Una romantica suite, una lunga lettera d’amore, una appassionata serenata tutta in lingua siciliana in 13 brani. In programma due nuove presentazioni, il 30 settembre a Siracusa e l'1 ottobre nella sua Enna

Palermo si avvolge in un mantello di musica con Piano City

Dal 29 settembre all'1 ottobre, dal centro storico alle più lontane periferie, sarà la musica di oltre 50 concerti a raccontare le trasformazioni del capoluogo siciliano

Un cartellone "trasversale" per Classica & Dintorni

Sarà Francesco Cusa & The Assassins, a Catania venerdì 29 settembre, a dare il via alla XIV stagione del Festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni diretto da Ketty Teriaca

Peace Drums, dalla Sicilia batte il ritmo del Mediterraneo di pace

Il 23 settembre partirà da Sant'Alessio Siculo, con il suo ideatore Filippo Sciacca, il concerto-diffuso che dalla Sicilia abbraccia il Mediterraneo in segno di pace. Anche Lampedusa partecipa, con l'esibizione di Francesco Taskayali. Raccolta fondi per comprare strumenti per l'Istituto omnicomprensivo Pirandello di Lampedusa e per il conservatorio di Damasco

Il trionfo di Roberta Prestigiacomo al Trapani Pop Festival

La 28enne cantautrice trapanese ha vinto la prima edizione del contest organizzato dal Luglio Musicale Trapanese. La vincitrice porta a casa un premio in denaro di 4.000 euro e un suo concerto sarà inserito nel cartellone della stagione 2017-2018 degli Amici della Musica di Trapani. Inoltre, sarà prodotto un CD compilation contenente tutti i brani inediti dei partecipanti al festival

Underground di Giovanni Mattaliano, il suono oltre l'invisibile

L'1 settembre all'Oratorio di San Mercurio a Palermo la nuova opera del musicista palermitano, estemporanea musicale alla ricerca di istinti primordiali, avvolti dalla danza e dalle riflessioni di colori di scena risuonati dai ritmi di antiche percussioni. Mattaliano: «Cerco di materializzare l'invisibile attraverso la scena del suono e del movimento