Sonia Fortunato, Stefano Sanfilippo e Ivana Bordonaro

Eventi Il 26 novembre a Catania per la stagione SCAM il mezzosoprano Fortunato con il pianista Sanfilippo e la pianista Bordonaro

Il calendario della Società Catanese Amici della Musica, sotto la presidenza di Tony Maugeri e la direzione artistica di Daniele Petralia prosegue domenica 26 novembre al Katane Palace Hotel di Catania, alle 18.30, con alcune modifiche nel programma: nel secondo concerto in calendario, ad esibirsi non sarà più il soprano palermitano Clara Polito (assente per motivi di indisposizione fisica) ma il mezzosoprano catanese Sonia Fortunato, accompagnata dal pianista Stefano Sanfilippo, nella prima parte, con un repertorio di arie tratte da partiture di Vincenzo Bellini, Charles Gounod, Georges Bizet e Camille Saint-Saens. Nella seconda parte invece toccherà alla pianista Ivana Bordonaro che eseguirà un programma incentrato su musiche di Fryderyk Chopin, ovvero dal repertorio delle Ballate l’op. 23 in sol minore e l’op. 47 in la bemolle maggiore, mentre da quello dei Valzer l’op. 64 e l’op. 18.

Sonia Fortunato

Sonia Fortunato

Sonia Maria Fortunato, catanese, si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera con il massimo dei voti e la lode, specializzata al Teatro alla Scala come scenografo e costumista teatrale. Ha conseguito il Diploma di laurea in canto col massimo dei voti al conservatorio di Vibo Valentia, in seguito si è formata all’Accademia Della Voce di Torino e all’Accademia Verdi Toscanini di Parma. Diplomata all’Accademia d’Arte drammatica “Giovanni Grasso”, ha debuttato come attrice nello spettacolo di prosa Trivial al Teatro Chaplin di Catania. Dal 2013 al 2015 è stata docente di Scenografia, Scenotecnica, Fashion Designe, Storia della musica e Costume per lo spettacolo all’Accademia delle Belle Arti Kandiskij di Trapani. E’ stata vincitrice del Primo Premio al concorso internazionale International Music Competition Rome Music Festival. Ha ricoperto diversi ruoli lirici, tra i quali Donna Elvira nel “Don Giovanni”, Santuzza in “Cavalleria rusticana”, Fatima nella “Zaira”, e di recente al Teatro Massimo Bellini di Catania nella “Manon Lescaut” di Puccini e nella “Salomè” di Strauss.

Stefano Sanfilippo, pianista catanese, si è diplomato nel 1994 con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore presso l’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini” della sua città, sotto la guida del Maestro Corrado Ratto. Dopo aver ottenuto lusinghieri riconoscimenti in numerosi concorsi nazionali e internazionali, si è dedicato preminentemente all’attività concertistica esibendosi in Italia e all’estero ( Austria, Svizzera, Belgio, Stati Uniti, Romania), sia come solista sia in formazioni cameristiche . Ha partecipato all’incisione di quattro CD, due in formazioni cameristiche eseguendo musica contemporanea di compositori siciliani, due come pianista accompagnatore per la produzione degli Stabat Mater di A. Scarlatti e E.R. D’Astorga e per la produzione della Messa 2° di Vincenzo Bellini, del Tantum Ergo e della Missa pro defunctis di G. Geremia. E’ stato pianista accompagnatore della Camerata Polifonica Siciliana e della Budapest Philarmonic Orchestra. Si è formato con Boris Petrushansky, Aldo Ciccolini, Vera Gornostaeva, Aquiles delle Vigne, e per la composizione con Eliodoro Sollima. Attualmente è Pianista Accompagnatore dell’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania, dove ricopre anche il ruolo di coordinatore programma Erasmus Plus e dei rapporti internazionali dell’istituto, nonché referente di quest’ultimo del partenariato della comunicazione con la Regione Siciliana per i fondi strutturali PO FESR (dal 2012 ad oggi).

Stefano Sanfilippo

Stefano Sanfilippo

Ivana Bordonaro, nata ad Avola, in provincia di Siracusa si è diplomata col massimo dei voti e la lode all’Istituto Vincenzo Bellini di Catania, sotto la guida del Maestro Corrado Ratto. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Alessandro La Pegna, Vincenzo Balzani, Francesco Nicolosi, Sergio Perticaroli, Aquiles Delle Vigne, Claudio Martinez. Dal 2008 al 2012 si è perfezionata presso la Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida del M° Pietro De Maria. È stata vincitrice di numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, quali: “Premio Rovere d’Oro”, “Premio Schubert”, “A.M.A Calabria”, “Città di Viterbo”, “G. Rospigliosi” di Lamporecchio, Concorso Nazionale A.Gi.Mus, “Riviera della Versilia”, Concorso di Interpretazione J.Brahms del “Città di Barcellona Pozzo di Gotto”, Concorso Internazionale “G. De Vincenzi” di Pontinvrea. Ha tenuto concerti in Austria, Svizzera, Germania, Ucraina e in molte città italiane, come Firenze, Milano, Roma, Lucca, Empoli, Genova, Fiesole, Cambiago, Albino, Pietra Ligure, Genzano, Ischia, Favignana, Palermo, Catania. Ha suonato come solista con l’Orchestra Barocca di Catania e con l’Orchestra Filarmonica di Stato del Teatro di Lugansk. Ha inciso un CD per Free Sound Studies con musiche di Clementi, Chopin, Schumann e Skrjabin. Attualmente approfondisce lo studio della musica contemporanea, ha partecipato al “Concours International de Piano d’Orléans 2016” eseguendo in prima assoluta i “Tre Pezzi” di Joe Schittino.

Ivana Bordonaro

Ivana Bordonaro

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.