Sicilian Ghost Story, dopo Cannes i registi presentano il film a Palermo, Catania, Sciacca e Troina

Sicilian Gost Story”, approdato in Sicilia con la Nave della Legalità, dove il film è stato visto a bordo da oltre 1.000 ragazzi e ragazze nel giorno del venticinquesimo anniversario della strage di Capaci, inizia il suo tour di incontri con il pubblico siciliano. A partire da venerdì 26 maggio, i registi FabioGrassadonia e Antonio Piazza, i due protagonisti Julia Jedlikowska e Gaetano Fernandez e Filippo Luna, accompagnano il film che sta riportando l’attenzione sulla storia troppo dimenticata del giovane Giuseppe Di Matteo, destando un grande e sorprendente dibattito.

Una Scena di Sicilia Ghost Story

Il tour siciliano partirà il 26 da Palermo con la matinée delle 10.00 al Rouge et Noir riservata a 400 studenti tra medie e superiori e successivo incontro con cast e registi. In serata, sempre al Rouge et noir (alle 20.20) Grassadonia e Piazza, insieme a Julia, Gaetano, Filippo Luna e altri membri del cast, saluteranno il pubblico e lo incontreranno per un dibattito alla fine della proiezione. SEMPRE IL 26, alle 21.15, saluto in sala anche al Cinema Aurora.
Il tour proseguirà poi toccando Catania (27 maggio ore 20.30, Cinema King) dove al termine della proiezione Ornella Sgroi modera un incontro con il pubblico; a Sciacca (domenica 28 ore 20, Cinema Badia) dove al termine della proiezione Massimo Dantoni modera l’incontro con il pubblico, e terminerà con una doppia proiezione giovedì 1 giugno (18.30 e 21.00) nella sala dei Cinquecento di Troina, dove il film è stato in parte girato, e che dedicherà il nuovo campetto di calcio di prossima costruzione a Giuseppe Di Matteo.
«Siamo onorati – dice il sindaco di Troina – che i registi Piazza e Grassadonia abbiamo scelto Troina e i nostri boschi per girare un film di grande impatto emotivo, con una straordinaria forza etica e con un non comune valore pedagogico. La storia del piccolo Di Matteo, pur nella tragicità dell’epilogo, non può essere sottaciuta. E proprio per questo l’Amministrazione comunale ha deciso che intitolerà al piccolo martire della mafia il nuovo campetto di calcio a cinque finanziato dal CONI di cui a breve inizieranno i lavori. Un piccolo gesto dal grande valore simbolico soprattutto per le giovani generazioni».
“Sicilian Ghost Story”, presentato a Cannes e ora in sala, scritto e diretto da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, è una coproduzione Italia-Francia-Svizzera: Indigo Film, Cristaldi Pics con Rai Cinema per l’Italia; Mact Productions, JPG Films per la Francia; Ventura Film, RSI-Radiotelevisione Svizzera/SRG SSR per la Svizzera e si avvale del sostegno della Regione Siciliana – Assessorato Turismo Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo/Sicilia FilmCommission. In Italia è distribuito da Bim.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.