“Magic Show”, Nino Frassica incarna la speranza oltre la ludopatia

Video All'interno del Vittoria Peace Film Fest e del Festival del Cinema di Frontiera di Marzamemi, sarà presentato l'11 e il 13 dicembre a Vittoria il cortometraggio di Andrea Traìna, scritto con Ornella Sgroi e Davide Vigore, protagonista l'attore messinese che interpreta un ex imprenditore in preda delle macchinette mangiasoldi

Il cortometraggio Magic Show con protagonista un inedito e intenso Nino Frassica, affronta il delicato tema della dipendenza da gioco d’azzardo. Il film, scritto da Andrea Traina, che ne è anche regista, da Ornella Sgroi e Davide Vigore, promosso e finanziato dalla ASP di Ragusa, nell’ambito di un più ampio programma di contrasto al fenomeno, è stato prodotto da Onirica srl e girato a Vittoria (Ragusa), comune sciolto per infiltrazioni mafiose e ancora oggi commissariato. Il gioco d’azzardo è uno dei canali di finanziamento delle mafie, da qui la scelta della location, legata al contempo alla volontà di dare luce alla parte sana della comunità. Non a caso, Magic Show sarà proiettato in anteprima l’11 e il 13 dicembre al cinema Golden della città iblea per il 7° Peace Film Festival di Vittoria, diretto da Giuseppe e Luca Gambina, e per il 19° Festival Internazionale del Cinema di Frontiera di Marzamemi, diretto da nello Correale

«Magic Show è una fiaba moderna che restituisce la complessità del tema della ludopatia con suggestione ed empatia, attraverso un linguaggio cinematografico sofisticato ma non criptico, capace di tratteggiare un’intera esistenza con la sola forza di uno sguardo coerente e scrupoloso – spiega Andrea Traina -. Un cinema consapevole, che ancorandosi ai codici del genere costruisce il suo racconto su un terreno condiviso con lo spettatore, e tuttavia sovverte quegli stessi codici in modo inaspettato, per colpirlo dritto all’anima, investendolo con un universo sensoriale verso il quale non può opporre difese intellettuali. “Magic Show” sublima la potenza di una narrazione raffinata per instillare nel pensiero dello spettatore il germe del cambiamento sociale». 

Nino Frassica è Ulisse in “Magic Show” di Andrea Traìna

In Italia, i dati sulla dipendenza patologica dal gioco d’azzardo parlano di una spesa di circa 107,3 miliardi di euro solo nel 2018 (oltre 49 miliardi in videolottery e slot machine) e solo per il gioco legale, esclusi quindi quello illegale e quello online. Si parla di dipendenza patologica di massa, con problemi non solo economici e finanziari, ma anche relazionali, che coinvolgono famiglia, amicizie, lavoro. Da qui, la necessità di sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sulle reali dimensioni del fenomeno e sulle sue conseguenze sociali, sanitarie ed economiche. Per questo l’Asp di Ragusa, nell’ambito di un più ampio programma di contrasto alla dipendenza da gioco d’azzardo, ha bandito un concorso per la realizzazione di un audiovisivo, vinto dal progetto del cortometraggio “Magic Show”.

Nel film un intenso e inedito Nino Frassica è Ulisse un ex-imprenditore vessato dagli usurai, che in pochi anni ha visto andare in pezzi la sua intera vita, a partire dal momento in cui è precipitato nel vizio del gioco. Una notte, dopo aver bruciato anche l’ultimo spicciolo come al solito nelle macchinette, si imbatte per caso nel “Magic Show”, un piccolo locale sul cui palco si esibisce una giovane illusionista, l’incantevole Luna. La straordinaria poesia delle sue illusioni riaccende in Ulisse una luce che si era spenta del tutto, ma l’ultimatum degli strozzini lo obbliga a fare la scelta più importante della sua vita… Il corto dura 15 minuti, e vede nel cast, oltre Frassica, Lucia Sardo, Angelo Tosto, Katia Greco, Luciano Fioretto, Anita Indigeno. La fotografia è di Gianni Mammolotti, il montaggio dello stesso Andrea Traìna, le musiche originali di Peppe Arezzo.

Nino Frassica in “Magic Show” di Andrea Traìna

Andrea Traìna vive e lavora a Roma. Ha scritto e diretto cortometraggi, spot, lungometraggi e serie TV. I suoi lavori, trasmessi dai principali broadcaster italiani, si sono aggiudicati sempre prestigiosi riconoscimenti, partecipando ai più importanti festival nazionali e internazionali. Ha collaborato con Sky e Fox Crime Italia con numerosi progetti, inclusa la mini serie thriller “Apnea”, che ha creato, scritto e diretto. Con il thriller psicologico “Il gioco di Sarah” si è aggiudicato il premio Solinas. È creatore della serie inedita “Los Sentidos De La Muerte”, di cui ha scritto e diretto i primi due capitoli, per la spagnola Filmax. Recentemente, ha avviato una collaborazione con Tìpota Movie Company, per la realizzazione di una serie di film documentari di prossima messa in onda sui canali Rai e Sky.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.