L’AranciMonamour di Pietro D’Agostino conquista l’Italian Gourmet di Milano

L’AranciMonamour è arrivata all’Italian Gourmet di Milano, appena consacrata capitale del food mady in Italy. Si tratta dell’ultima novità dello chef stellato Pietro D’Agostino, patron de la Capinera di Taormina, che ha trasformato l’arancino, la prelibatezza siciliana più conosciuta nel mondo assieme alla Cassata, in una proposta innovativa ai sapori di mare, con un ragù di seppioline e una base di riso Artemide, condito con finocchietto selvatico, agrumi, mandorle, basilico e caviale di lumaca madonita.

L’AranciMonamour di Pietro D’Agostino

«Usciamo dagli schemi e smontiamo la diatriba tra femminile e maschile– ha spiegato lo chef – non lo abbiamo chiamato né arancino né arancina, è diventato semplicemente AranciMonamour, e ci abbiamo messo dentro tutta la Sicilia. Una Sicilia che si vuole raccontare, che vuole emergere, che vuole dire la sua sui prodotti di alta qualità». Insomma, un classico della cucina italiana reinterpretato in chiave contemporanea e presentato in versione finger.

Sul palcoscenico di Italian Gourmet sono saliti, nella cinque giorni che si è appena conclusa, non solo 21 tra i migliori chef della cucina tricolore, ma anche i più affermati maestri pasticceri, i più prestigiosi critici ed esperti di cibo e materie prime, le aziende più qualificate, che hanno coinvolto il pubblico in un fittissimo programma di attività; master class e show cooking, incontri, dibattiti culturali. Tra i relatori Enrico Bartolini, Iginio Massari e Davide Oldani e Chiara Maci, una delle food blogger più amate in Italia che non ha nascosto di aver molto apprezzato l’aranciMonamour. «Che soddisfazione – ha commentato lo chef stellato – aranciMonamour è davvero piaciuto a tutti»

Ma Italian Gourmet è stato anche il mercato delle eccellenze: un’area dove scoprire, acquistare e degustare prodotti gourmand e vere e proprie rarità. Uno spazio in cui lo chef D’Agostino ha potuto anche presentare per la prima al grande pubblico il neonato marchio “IO Pietro D’Agostino”, una speciale selezione di prodotti, in cui lo chef ci ha messo il cuore e la firma, selezionando personalmente i migliori sapori siciliani, gli stessi utilizzati nella sua cucina, da gustare dentro il locale o da portare a casa, con lo spirito che abbraccia ricercatezza e semplicità.IO Pietro D’Agostino è la linea di prodotti che esprime il suo mondo; è l’essenza del lavoro fatto insieme ad appassionati produttori che, come lui, esprimono ogni giorno il loro amore per l’Isola e per i suoi splendidi ed unici prodotti: un olio nocellara dell’Etna, un vino di Pantelleria doc, un grillo di Marsala, il miele di Zafferana etnea (sulla selvatica e ficodindia) e una pasta, mezzo pacchero, realizzata con grani siciliani. “Ricerco ogni giorno gli ingredienti che possano esaltare le mie ricette e ho il piacere di condividere con voi l’eccellenza di alcuni prodotti che sono l’espressione di gusto e qualità della mia terra, la Sicilia”.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.