La stagione del Teatro Brancati di Catania

Teatro La stagione firmata da Tuccio Musumeci in calendario fino al prossimo maggio

Dopo l’inaugurazione della nuova stagione teatrale con La Fanciulla che campava di vento di Tony Cucchiara che ha debuttato lo scorso 12 novembre ed ha replicato fino al 29 novembre, la programmazione della stagione teatrale del Brancati, prosegue con La bisbetica domata, la celebre commedia di William Shakespeare che vede nel ruolo protagonistico Guia Jelo accompagnata in scena da Filippo Brazzaventre, Agostino Zumbo , Giuseppe Bisicchia, Fabio Costanzo, Angelo D’Agosta, Lucia Fossi, Massimo Giustolisi, Monia Manzo, Raniela Ragonese, Giovanni Rizzuti. Con la regia di Turi Giordano, dal 10 al 20 dicembre e dal 14 al 17 gennaio 2016.

Gli altri lavori in programma saranno poi Piccolo Grande Varietà di Marot’s dal 2 gennaio, riproposto in una nuova edizione , per la regia di Mario Sangani, in cui Tuccio Musumeci racconta un “genere”. Con Edoardo Guarnera, Cosetta Gigli e con il Maestro Nino Lombardo e la sua orchestra. Scene di Carmelo Miano e coreografie di Carmelita Mazza.

I protagonisti della stagione

I protagonisti della stagione

Dal 4 febbraio ancora spazio alla commedia in due atti Farfalla… Farfalla… ,del versatile e prolifico commediografo Aldo Nicolaj. Un lavoro che racchiude in sé un profondo studio dell’animo umano, banco di prova e cavallo di battaglia delle attrici artisticamente più mature. Con Alessandra Cacialli, Debora Bernardi e la regia di Romano Bernardi.

Il mese di marzo è dedicato principalmente a Luigi Pirandello. Si inizia con l’audace Pensaci, Giacomino, la prima commedia scritta agli inizi del 1916 appositamente per Musco. La regia di Giuseppe Romani con Tuccio Musumeci, Miko Magistro, scene e costumi di Dora Argento, a partire dal 3 marzo; la seconda opera è Quattro buffe storie di Luigi Pirandello e Anton Cechov: la reinterpretazione di opere di due autori molto differenti, ma accomunati dall’essere, ognuno a modo suo, grandi poeti dell’animo umano. Con Glauco Mauri, che firma anche la regia, Roberto Sturno, Mauro Mandolini, Laura Garofoli, Amedeo D’Amico, Lorenzo Lazzarini e Pablo Benvenuto Vezzoso, dal 31 marzo. Un ambizioso progetto, che andrà avanti per il prossimo triennio e che il “Brancati” dedica a Pirandello.

Il 7 aprile sarà la volta di Donnacce dell’acclamato autore contemporaneo Gianni Clementi, ospite di rilievo ogni anno al “Brancati” e che vedrà in scena Alessandra Costanzo, Paola Tiziana Cruciani e Pietro Bontempo nell’esilarante, divertente e commovente pièce che racconta le vicende di due signore ormai grandi che per tutta la vita si sono dedicate al “benessere” degli uomini. La regia è di Ennio Coltorti.

A fine aprile ci sarà una ripresa di Pipino il breve, la fortunatissima e acclamatissima commedia di Tony Cucchiara che dopo le repliche alla fine della scorsa stagione e all’inizio di questa fuori abbonamento, tornerà a grande richiesta sul palcoscenico del Teatro Brancati con il protagonista di sempre: Tuccio Musumeci.

Chiuderà la stagione, a maggio, la versione musicale di Annata Ricca, classico di Nino Martoglio. Proposto con le musiche di Matteo Musumeci e, in scena ancora una volta, la coppia affiatata ed applauditissima formata da Tuccio Musumeci e Miko Magistro. Regia di Giuseppe Romani e coreografie di Silvana Lo Giudice.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.