Kaballà e il viaggio immaginario nella Sicilia della memoria

Video Il cantautore catanese presenta lo spettacolo che sarà in scena a Caltanissetta il 25 febbraio e a Enna il 27 febbraio.

Pippo Rinaldi Kaballà presenta il suo concerto in programma il 25 febbraio al Teatro Comunale Regina Margherita di Caltanissetta, per la stagione diretta da Moni Ovadia, e che poi replicherà il 27 febbraio al Teatro Garibaldi di Enna, per la stagione firmata da Mario Incudine. Viaggio immaginario nella Sicilia della memoria di e con Pippo Kaballà, con Antonio Vasta al pianoforte e fisarmonica. Viaggio immaginario nella Sicilia della memoria è un modo singolare di coniugare musica colta e popolare, poesia e letteratura, cinema e teatro. Un lavoro che espande i confini del concerto verso altri territori artistici, raccontando anche attraverso l’uso del dialetto una Sicilia sempre protagonista, prepotente, dolce, aspra e sapiente. Tra le canzoni riarrangiate in modo essenziale e raffinato, che sfiorano i confini del jazz e della word music, Kaballà rilegge brani di poesia e prosa che spesso lo hanno ispirato – da Sciascia a Pirandello, da Consolo a Brancati – mentre su uno schermo scorrono immagini di grande suggestione, brani di film storici da Visconti ai Fratelli Taviani, da Straub e Huillet all’Istituto Luce, sapientemente montati da Sebastiano Gesù, critico cinematografico e docente di storia del cinema all’Università di Catania, che ha curato questo video.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.