Gli appuntamenti della WebTv del Teatro Massimo di Palermo dal 2 al 5 aprile

Musica Questa settimana l'Ente lirico paleritano propone in streaming "Le parole rubate", "Il flauto magico" e "Dieci sfumature di rosso"

Con la riproposizione delle più belle produzioni del Teatro Massimo degli ultimi anni ma anche con la creazione di proposte originali pensate ad hoc, prosegue la sempre più articolata programmazione della web tv del teatro, rivelatasi uno strumento di straordinaria efficacia nel mantenere vivo il rapporto con il pubblico.  Giovedì 2 aprile si potrà rivedere Le parole rubate, l’opera d’inchiesta dei giornalisti Gery Palazzotto e Salvo Palazzolo interpretata dall’indimenticato Ennio Fantastichini con la regia di Giorgio Barberio Corsetti e le musiche di Marco Betta. Mentre venerdì 3 aprile sarà on line il capolavoro di Mozart Il flauto magico diretto nel 2015 da Roberto Andò con Gabriele Ferro sul podio.Sabato 4 e domenica 5 sarà inaugurato un nuovo format originale che prevede ogni fine settimana un percorso tematico diverso attraverso le arie d’opera. La prima puntata, dal titolo Dieci sfumature di rosso, è dedicata alle più belle arie d’opera che celebrano il vino. Dal brindisi per antonomasia del primo atto da La traviata di Verdi all’“Aria dello champagne” del Don Giovanni di Mozart passando per il Donizetti dell’Elisir d’amore, ovvero il magico bordeaux che dà il coraggio a Nemorino per affrontare la sua amata. Per chi volesse approfondire sono scaricabili dal sito anche i programmi di sala originali.

Il programma dal 2 al 5 aprile, sul sito http://www.teatromassimo.it/teatro-massimo-tv-567/

Il flauto magico, da sinistra Paolo Fanale, Andrea Mastroni e Laura Giordano

 Giovedì 2 aprile Gery Palazzotto introduce Le parole rubate, l’opera andata in scena al Teatro Massimo di Palermo il 23 maggio 2017, in occasione dei venticinque anni delle stragi del 1992. Scritta dai giornalisti Gery Palazzotto e Salvo Palazzolo, Le parole rubate è un’opera d’inchiesta interpretata da Ennio Fantastichini, con la regia di Giorgio Barberio Corsetti, le musiche di Marco Betta, l’Orchestra del Teatro Massimo diretta da Yoichi Sugiyama. Due oggetti in scena, simbolo dei più grandi misteri delle stragi del 1992: il computer di Giovanni Falcone, forse violato per trafugare i file più scottanti; la borsa vuota di Paolo Borsellino, priva dell’agenda rossa su cui il magistrato custodiva gli appunti più riservati.

Venerdì 3 aprile Die Zauberflöte di Wolfgang Amadeus Mozart, il singspiel in tedesco che racconta di come grazie a un flauto magico Tamino riesca a ottenere in sposa Pamina, figlia della regina della Notte. Con la regia di Roberto Andò e la direzione di Gabriele Ferro l’opera è andata in scena al Teatro Massimo di Palermo nel 2015, con Andrea Mastroni (Sarastro), Paolo Fanale (Tamino), Cornelia Goetz (Regina della Notte), Laura Giordano (Pamina) e Markus Werba (Papageno).

Sabato 4 e domenica 5 aprile Dieci sfumature di rosso: la WebTv del Teatro Massimo inaugura un nuovo appuntamento che prevede ogni fine settimana un percorso tematico. Si comincia con una puntata, a cura di Angela Fodale, dedicata al vino. Dieci sfumature di rosso sceglie alcuni momenti dalle opere andate in scena in questi anni al Teatro Massimo per raccontare come, cosa, quando, perché e con chi si beve nelle opere. Un percorso che dall’Elisir d’amore di Donizetti arriva alla Traviata di Verdi, passando da Mascagni, Auber, Rossini, Mozart.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.