Felicia Bartolotta Impastato, la memoria e l’arte

Libri e Fumetti Un libro a 10 anni dalla morte della madre di Peppino Impastato. I proventi sosterranno la Casa Memoria di Cinisi e le attività dell’associazione

Il 7 dicembre ricorre il decimo anniversario della scomparsa di Felicia Bartolotta, la mamma coraggiosa di Peppino Impastato che dalla morte del figlio ha speso la sua vita, con grande dedizione, per avere giustizia, perché la verità vincesse contro la cultura dell’omertà e della sopraffazione mafiosa. Felicia Impastato ha portato avanti questa sua missione anzitutto decidendo di tenere aperte le porte di casa sua per far conoscere, a quanti lo desiderassero, di conoscere la sua storia e quella di suo figlio. Così la sua casa è diventata un presidio di democrazia, la Casa Memoria.

La Memoria e L'Arte

La Memoria e L’Arte

In questo decennale l’associazione Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato Onlus inaugura il plastico del Mulinazzo allestito in uno spazio all’interno di Casa Memoria e, insieme al Centro siciliano di documentazione “Giuseppe Impastato” Onlus pubblica il libro “La memoria e l’arte” a cura di Giovanni Impastato, Pino Manzella e Paolo Chirco. Il testo si articola in due parti: nella prima sono raccolte le esperienze vissute a Casa memoria con una catalogazione delle opere d’arte che ospita; la seconda parte è dedicata al Mulinazzo, avamposto dell’economia rurale e della socialità dei cinisensi devastato dalla costruzione della terza pista dell’aeroporto di Punta Raisi. Nel libro sono inoltre raccolte le foto sul plastico del Mulinazzo realizzato da Giancomo Randazzo, autore del presepe semovente, e le testimonianze di chi ha vissuto quel periodo e scomparsa della cultura contadina. Il libro può essere acquistato al costo di 10 euro a Casa Memoria o prenotato alla e-mail info@casamemoria.it. Il ricavato andrà a sostegno di Casa Memoria e delle attività promosse dall’associazione.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.