Fabiola Foti: «Con “TabuCom” porto il fumetto erotico a Etna Comics»

Libri e Fumetti La giornalista catanese è l'ideatrice di "TabuCom" la nuova sessione "vietata ai minori" del più importante festival del fumetto del sud Italia che sarà presentata in anteprima nel corso del "Day Zero" dell'edizione 2020, che si terrà al Centro fieristico Le Ciminiere dal 20 al 22 dicembre

C’è una letteratura sull’erotismo che fonda le proprie basi nell’era paleolitica, dove la ricerca e la spinta pulsionale della vicinanza tra gli esseri umani si attivava attraverso la manifestazione vigorosa di una compiaciuta voluttà, della quale però non vi sono dati certi sul fatto che sfociasse nella carnalità. Vi è anche una lontanissima letteratura che richiama il tratto, come esternazione artistica che si è estesa fino ai giorni nostri, con diversificate espressioni e correnti culturali che presero quota grazie ad intersecazioni di diverso genere, col risultato finale di creare nuove scuole di pensiero più o meno libere, più o meno represse, che alcune volte hanno persino partorito, nell’eccesso dell’abuso e attraverso l’arte, serial killer. Tutto vero. Come è vero che l’arte e l’eros sono accomunate dalla bellezza, da quel filone filosofico che è l’estetica, che permette una evoluzione non da poco sulla scelta di affiancare la storia del fumetto a quella dell’erotismo, nella sua etimologica spiegazione più netta e chiara.

Pubblico in fila per accedere ad Etna Comics 2018

Etna Comics ha fatto il grande salto, aprendo una sezione dal nome TabuCom che sarà presentato venerdì 20 dicembre in anteprima dalle ore 18.30, nel Day Zero di Etna Comics che si svolgerà nei locali del centro culturale Le Ciminiere di Catania fino a domenica 22 dicembre. Coordinatrice e responsabile d’aria di questa nuova sessione è la giornalista, cultrice e imprenditrice Fabiola Foti –  quest’anno tra le donne premiate con la Mimosa d’oro del Centro Culturale “Renato Guttuso” di Favara, per aver dato risalto al ruolo femminile – che punta dritto al cuore: «Il fumetto erotico ha una storia lunga ed importante, un genere fortunato e vendutissimo in Italia e in tutto il mondo. Una produzione enorme fatta di fumetti puramente pornografici, da una parte, e di opere erotiche di altissimo livello dall’altra: veri e propri maestri che hanno saputo disegnare e narrare storie spesso controverse e molto rilevanti».

Fabiola Foti, ideatrice di TabuCom

Come è nata l’idea di aprire questa nuova sessione nel più importante festival del fumetto del sud Italia?
«Antonio Mannino, direttore di Etna Comics, ha sempre voluto realizzare un’area dedicata all’erotismo e al fumetto. Io mi sono presentata con un progetto che lui ha quasi subito accettato. Il ruolo me lo sono preso, diciamo, perché ho proposto io questo spazio al direttore artistico, con determinate modalità e caratteristiche che lui ha colto».

Qual è l’incipit di questa prima volta di TabuCom?
«Il fumetto erotico è stato fondamentale in tutto il mondo per esprimere la libertà sessuale. In questa prima edizione di TabuCom vogliamo parlare di libertà sessuale ma soprattutto di emancipazione femminile ovvero “the girl power”. Come dimenticare che tutte le grandi eroine sono sexy da morire?. Figure di donne, libere, emancipate, forti ed indipendenti sono venute fuori dalla matita dei grandi disegnatori: Barbarella di  Jean-Claude Forest  in Francia, Valentina di Crepax in Italia, solo per fare due esempi. Se pensiamo al periodo storico in cui nascono, rappresentano proprio il momento dell’emancipazione femminile, della voglia di affermarsi da parte delle donne. Il fumetto, in questo senso, è specchio dei tempi e stimolo all’emulazione. Oggi, e in particolare in questo periodo storico, ci piace ancora riaffermare la forza delle donne, che prima di tutto devono sapere difendersi».

Valentina di Guido Crepax, icona del fumetto sexy

TabuCom, nuova sezione dell’ormai leggendario Etna Comics, cosa prevederà?
«In TabuCom abbiamo previsto un ricco programma: conferenze, mostre, performance, spettacoli e “giochi” anche. Esiste già un programma che prevede la presenza di grandissimi artisti del fumetto e della fotografia, ci saranno performer che esprimeranno l’eros, anche raffinato e psicologico, che i disegnatori rappresentano su carta. Ed ancora ci saranno personaggi del panorama internazionale che verranno a Catania per confrontarsi sulla sessualità e il suo senso espressivo».

Un eccesso di stakanovismo per donare il bello a tutti?
«Naturalmente TabuCom non è per tutti. Sarà vietato ai minori di 16 anni. Prevediamo delle esibizioni che potranno essere vietate ai minori di 18 anni, e non perché siano “porno” – la sezione in questione non è certo pornografica – ma perché riteniamo sia necessaria una certa maturità per poter assistere a talune perfomance che sono profondamente erotiche a al contempo molto impegnative dal punto di vista psicologico ed emotivo».

Si preannuncia un 2020 infuocato dove oltre i limiti di Etna Comics ci sarà TabuCom, un’ na esperienza che presenta gli elementi basilari sul conosciuto, ma che punta a superare i limiti dell’osceno, verso un edonismo che è la naturalità del concetto di ‘uno’ ‘bello’ e ‘supremo’. 

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.