E’ morta Costanza Afan de Rivera, nipote di Ignazio e Franca Florio

Sugnu Sicilianu Il commiato dell'assessore Alberto Samonà che fu amico dell'ultima discendente dei Florio, la famiglia di imprenditori di origini calabresi che in Sicilia furono armatori, imprenditori del vino e della conservazione del pesce, protagonisti di un'epoca d'oro

E’ morta nella sua casa in provincia di Viterbo, all’età di 70 anni, Costanza Afan de Rivera, l’ultima discendente dei Florio: figlia di Giulia e nipote di Ignazio e Franca Florio, famiglia di imprenditori di origini calabresi che in Sicilia furono armatori, imprenditori del vino e della conservazione del pesce, e furono quindi protagonisti di un’epoca d’oro. Qui il ricordo dell’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Alberto Samonà.

Costanza Afan de Rivera

«Oggi per me è una giornata molto triste perché scompare una grande amica e una donna straordinaria, Costanza Afan de Rivera, che ha dedicato la sua vita a raccontare e far conoscere, come discendente della illustre famiglia Florio, essendo figlia di Giulia, questa dinastia che ha giganteggiato sulla scena siciliana e italiana tra il XIX e il XX secolo. Donna Costanza, nobildonna dei nostri tempi e palermitana d’adozione, è stata elegante e combattiva custode delle memorie familiari, ma anche appassionata lettrice dei nostri tempi: la nostra amicizia, rafforzata anche da una comune visione ideale sulla società e sulla politica, mi accompagnerà sempre, assieme al suo essere “radici” e al contempo “ali”.
Voglio ricordare una frase pronunciata da Costanza a commento del suo recente libro “L’ultima leonessa”, che fa di lei una sorta di Albero della Vita: “Le famiglie vere sono come certe foreste, tanti alberi che in realtà sono un tutt’uno, polloni aggrappati a un medesimo ceppo d’origine immemore. Una segreta radice si estende sotterranea, genera e nutre figli distanti nello spazio, geneticamente identici. La morte del singolo perciò è solo apparenza, la sua linfa non cessa mai di scorrere e riaffiorerà inaspettatamente, prima o poi, nell’ininterrotto fluire del tempo. Così siamo noi, Florio” e così aggiungo io, così è e sarà Costanza per chi ha avuto la fortuna e l’onore di conoscerla. Buon viaggio nell’Altrove cara e indimenticabile amica».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.