Collesano, al via il progetto per mettere in sicurezza il costone e i ruderi del castello

Territori L'intervento programmato dalla Struttura contro il dissesto idrogeologico della Regione siciliana garantirà al paesino del Palermitano la piena e sicura fruibilità di un’intera area, recuperando il centro storico e assicurando la stabilità del castello normanno

Un intervento che permetterà di garantire a Collesano, nel Palermitano, la piena e sicura fruibilità di un’intera area, recuperando il centro storico e assicurando la stabilità del castello normanno. E’ quello programmato dalla Struttura contro il dissesto idrogeologico della Regione siciliana che ha al suo vertice il governatore Nello Musumeci. Con l’aggiudicazione della progettazione esecutiva si colma così un ritardo di oltre trent’anni e si gettano le basi per una risoluzione definitiva del problema. Sarà un raggruppamento temporaneo di professionisti, capeggiato dalla Sws Engineering di Trento a occuparsene, in virtù di un ribasso pari al 54,4 per cento: questo il responso della gara, ufficializzato dagli Uffici diretti da Maurizio Croce.

Il castello normanno di Collesano

Le indagini e i rilievi tecnici consentiranno di individuare le migliori soluzioni per il consolidamento del costone, che si staglia proprio a valle dei ruderi del castello risalente ai primi decenni del 1100, in un versante con un’acclività accentuata e con una classificazione R4, di rischio molto elevato. L’erosione prodotta dagli agenti atmosferici ha causato lo scalzamento dei banchi arenitici e il crollo di massi di pietra, mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica e la stabilità dei resti del maniero, di notevole pregio storico.

Tra le soluzioni tecniche che verranno adottate, la realizzazione di una paratia di micropali con cordolo in cemento armato, sul quale verrà collocata una barriera paramassi, oltre alla pulitura di tutta l’area interessata dai lavori per agevolare la posa in opera di una rete in acciaio ad alta resistenza, ancorata all’ammasso roccioso del pendio mediante barre e piastre. Verrà infine effettuata la frantumazione a mano o con malta espansiva dei blocchi lapidei instabili.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.