Col Pop Up Market a Catania il Natale è super urban

Eventi Il Pop UP Market Sicily diventa a Catania "Temporary pop circolo creativo e dopolavoro natalizio". Dall’8 al 24 dicembre, la Joyàcademy si trasforma in uno spazio urban dove riconquistare il piacere di godersi il tempo. Non un mercatino di Natale, né un negozio di artigianato, ma un circolo ricreativo, un po’ vintage e un po’ futuribile, in cui tradizione e innovazione si mescolano per riscoprire il piacere dello stare insieme

C’erano una volta i circoli ricreativi: luoghi di aggregazione dove il tempo libero era un valore sacro da godersi pienamente. C’è oggi Pop Up Market Sicily – Temporary pop circolo creativo e dopolavoro natalizio che si ispira proprio alla filosofia del tempo goduto nel segno della creatività e della condivisione. 
Dall’8 al 24 dicembre, per il Natale 2021, Joyàcademy (l’accademia di formazione di Compagnia della Bellezza in via Scuto Costarelli, 26 a Catania) si trasforma in un ambiente super urban e accoglie Temporary pop circolo creativo e dopolavoro natalizio: uno speciale format che cambia look e concept ma resta fedele all’anima pop, creativa, sostenibile e contemporanea del Pop Up Market Sicily ideato dall’imprenditrice catanese Sarah Spampinato

Non un mercatino di Natale, quindi, né un negozio di artigianato, ma un circolo ricreativo, un po’ vintage e un po’ futuribile, in cui tradizione e innovazione si mescolano per riscoprire il piacere dello stare insieme (in sicurezza e nel pieno rispetto delle normative anti-covid). Un format originale che strizza l’occhio al glamour mentre accoglie le migliori manifestazioni dell’artigianato locale di elevata qualità, con un’attenzione particolare al second hand, al riciclo creativo e al vintage in rispetto del principio delle 3 R (riduci- riusa- ricicla) in cui risiede la chiave della sostenibilità ambientale. 

La Joyàcademy di Catania che ospiterà il Pop Up Market di Natale

«Quest’anno – dice Sarah Spampinato – siamo partiti dall’idea del tempo. E proprio per dare valore al bene più prezioso che abbiamo, ci siamo messi in testa di realizzare un concept tutto nuovo: un luogo dove si può trascorrere l’intera giornata e si può andare per fare i propri acquisti delle feste, certo, ma anche e soprattutto per nutrirsi di arte, creatività, comunicazione, libri e bellezza, che messi insieme, diciamoci la verità, stanno benissimo». 

E a proposito di bellezza, l’hairdesigner Salvo Filetti aggiunge: «Abbiamo voluto ospitare nella nostra accademia altri artigiani che proprio come noi  ogni giorno creano bellezza, e la bellezza unisce le persone, condividendola se ne può generare di nuova».

Per sedici giorni la fucina creativa di Joyàcademy si trasforma quindi in uno spazio super urban di quelli che solo le grandi metropoli europee come Londra, Amsterdam, Berlino, Parigi e Milano possono vantare. E in questo ambiente glam, i visitatori avranno varie occasioni per trascorrere la giornata, cercando un regalo speciale per gli altri e concedendosene uno prezioso per se stessi: tempo lento, tra libri da leggere, buona musica, aperitivi e tanti workshop e incontri organizzati nella tipica filosofica del circolo ri-creativo. 

Gli orari di apertura: da lunedì a giovedì dalle 10.30 alle 20.30, nei week end dalle 10.30 alle 22.30, l’8 dicembre dalle 10.30 alle 22.30, il 24 dicembre dalle 10 alle 13. Tra gli eventi collaterali la mostra dello street artist Rabbit; l’artwork di mr.Pera (8 dicembre alle 11); il workshop Pop Up Collage con demetrio di Grado (18 dicembre alle 15 alle 18); i dj set di Paolo Mei (8 dicembre dalle 11 alle 15), Tommyboy (8 dicembre, dalle 17 alle 21), Giuliano Syncaroots (10 dicembre, dalle 18.30 alle 22.30), Alex Piccione (11 dicembre, dalle 18.30 alle 22.30), Sunday Vinil Sunday (12 dicembre dalle 17.30 alle 21.30); la presentazione del libro “la gente non stanno bene” di Mattia Iachino Serpotta (12 dicembre alle 15.30).

Tutti gli eventi sulla pagina facebook del Pop Up Market Sicily.



Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.