Aumento di capitale per Sport Investiment Group Italia spa, la macchina organizzativa è pronta per tentare l’acquisto del Calcio Catania

Imprese La Spa nata ieri a Catania ha aumentato il capitale sociale a 5 milioni di euro, con l'ingresso di nuovoi 8 soci, operazione condizionata al buon fine dell'acquisizione del Calcio Catania. Reso pubblico anche l'oganico sociale che vredrebbe alla presidenza Fabio Pagliara e general manager Maurizio Pellegrino

La Sport Investiment Group Italia Spa rende noto che l’assemblea dei soci ha deliberato l’aumento del capitale sociale da 55 mila euro a 5 milioni di euro, condizionato all’acquisizione del Catania Calcio. A poco più di 24 ore dalla formazione della Spa, poi, sono già otto i nuovi imprenditori che hanno chiesto di poter far parte della Sport Investiment Group Italia. L’assemblea dei soci ha anche deliberato la composizione dell’organigramma dirigenziale del Catania, nel caso in cui l’acquisizione dovesse andare a buon fine. Nel dettaglio la composizione: presidente Fabio Pagliara; vice presidente Girolamo Di Fazio; vice presidente vicario Antonio Paladino; amministratore delegato Carmelo Munzone; amministratore delegato Sergio Arena. Consiglio di amministrazione: presidente Angelo Maugeri; consiglieri Stefania Baudo, Fabio Lattanzi, Nicola Le Mura. General Manager Maurizio Pellegrino; area sportiva Massimo Mauro e Vincenzo Guerini; business & develpment manager Davide Lenarduzzi; event organizer Sebastiano La Ferlita; ufficio stampa Futura Production; rapporti con il territorio Salvatore Cambria; rapporti con il personale Francesco Laudani; consulenza contabile fiscale e lavoro Professionisti Doc Srl; ufficio legale Giuseppe Augello e Giovanni Ferraù; responsabile relazioni società e tifosi Giuseppe Rapisarda.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.