Amplifon all’Università di Catania per cercare audioprotesisti

Lavoro Il 22 ottobre una giornata di incontro e formazione dedicata ai futuri audioprotesisti. La società italiana, leader nel settore delle soluzioni e dei servizi per l'udito, ne cerca 85, oltre 3 professionisti da insierire nei punti vendita di Giarre, Caltanissetta e Trapani

È un vero e proprio giro d’Italia alla ricerca di talenti capaci “di far riscoprire tutte le emozioni dei suoni” quello che ha intrapreso Amplifon, la multinazionale italiana leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito che, dopo Torino, Milano e Napoli arriva anche a Catania, per una giornata di incontro e formazione dedicata ai futuri audioprotesisti. Appuntamento quindi all’Università di Catania, martedì 22 ottobre alle ore 9.30, nell’Aula 4 della Facoltà di Tecniche Audioprotesiche. La giornata si svilupperà attraverso diverse attività di formazione basate sul role play e sull’interazione, a cui si aggiungeranno momenti di presentazione dei percorsi di formazione e sviluppo professionale offerti dall’azienda, una realtà in grande crescita, dinamica e dal respiro internazionale.

A testimoniare le opportunità concrete offerte da questa iniziativa è Marina Denaro, 23 anni, nata e cresciuta a Catania, che dai banchi dell’Università ha iniziato subito a lavorare come audioprotesista per Amplifon. «Questo appuntamento non è soltanto un momento formativo, ma anche un’opportunità per entrare in contatto sin dall’Università con un’azienda come Amplifon, dove il ruolo dell’audioprotesista è il punto focale del servizio offerto ai propri clienti. – commenta Marina – Dopo la laurea, ho svolto un tirocinio in Amplifon a Pisa e da lì ho iniziato il percorso che mi ha portato all’assunzione in pochi mesi. Oggi lavoro nel centro Amplifon di Mortara, in provincia di Pavia: una sfida professionale che ho colto nel gennaio 2019 e che mi offre la possibilità di crescere sul campo, attraverso il contatto diretto con i clienti e l’utilizzo delle tecnologie più innovative per permettere ad ogni persona di riscoprire le emozioni dei suoni».

Audioprotesisti di Amplifon

Sono oltre 85 i profili ricercati in questo momento dall’azienda, presente in Italia con il proprio headquarter mondiale ed europeo, oltre che con la sua filiale nazionale. Delle 85 posizioni aperte, circa la metà riguarda neolaureati, da inserire e formare in diversi ambiti: dalla Digital Customer Experience al Customer Relationship Management, dai Big Data al Cloud passando per il Program Management. Le posizioni aperte comprendono anche i settori delle vendite, del retail, della gestione della catena di distribuzione, della finanza e delle risorse umane. La ricerca di nuovi profili riguarda anche la rete di punti vendita – oltre 3.100 centri di assistenza e circa 617 negozi in tutta Italia – per la quale si ricercano al momento oltre 50 professionisti. In particolare, in Sicilia se ne ricercano 3 da inserire a Giarre, Caltanissetta e Trapani.

«In Amplifon le persone sono l’ingrediente principale del nostro successo – oltre 16 mila professionisti in 29 Paesi – che ogni giorno fanno la differenza per i nostri clienti. In questa fase di crescita stiamo espandendo la nostra organizzazione e cerchiamo nuovi profili in linea con le nostre ambizioni e i nostri valori. Questo tour nei principali career days e università italiane è un esempio della nostra strategia di attrazione dei migliori talenti in tutto il mondo. Questi appuntamenti ci permettono di presentare la nostra realtà: una “start-up con quasi 70 anni di storia” in una fase di grande trasformazione guidata dal digitale e dall’innovazione con l’Uomo al centro. I nostri collaboratori – commenta Francesca MorichiniChief HR Officer, Gruppo Amplifon – rendono concreta, ogni giorno, la missione di Amplifon, aiutando le persone a riscoprire tutte le emozioni dei suoni. La promessa che ci impegniamo a mantenere concreta e viva coi nostri collaboratori è “Make More Possible”, ovvero vogliamo che ognuno dei nostri colleghi sia nelle condizioni di esprimere al meglio il proprio potenziale, anche grazie alla formazione continua e ad opportunità di sviluppo internazionale».

Non solo Università, l’impegno di Amplifon sul territorio passa anche dalle scuole secondarie di primo e secondo grado, con il progetto “Ci sentiamo dopo” che in Sicilia vede coinvolti 57 istituti, di cui 5 a Catania e Provincia. Il progetto porta nelle scuole un kit educativo multidisciplinare ed i propri esperti dell’udito, per far conoscere alle nuove generazioni l’importanza dell’ascolto responsabile. Un’occasione di incontro utile anche per far scoprire ai ragazzi le professioni legate al mondo della salute e del benessere uditivo.

Uno store di Amplifon

Oltre ai giovani talenti italiani, nel corso del 2020 Amplifon incontrerà quelli dei 29 Paesi in cui è presente durante diversi appuntamenti internazionali in partnership con le principali università e associazioni studentesche internazionali.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.