Alla scoperta delle tradizioni culinarie con il treno (storico) del pesce

Tutto fa panza Sabato 19 settembre partirà da Trapani, diretto a Mazara del Vallo, il treno della Fondazione FS a bordo del quale Slow Food Sicilia racconterà il territorio attraverso le sue tradizioni e i prodotti enogastronomici più rappresentativi

Nuovo appuntamento con i treni storici della Fondazione FS (Gruppo FS Italiane) in Sicilia.  Sabato 19 settembre, dalla stazione di Trapani, partirà il Treno del Pesce diretto a Mazara del Vallo.

Alla scoperta delle tradizioni culinarie. Il viaggio sarà l’occasione per riscoprire alcune delle eccellenze del territorio. A bordo delle automotrici storiche, Slow Food Sicilia racconterà il territorio attraverso le sue tradizioni e i prodotti enogastronomici più rappresentativi quali: il Pomodoro della varietà pizzutello, il Melone cartucciaru di colore giallo e di forma allungata, il famoso Aglio rosso di Nubia, il Sale estratto dalle saline che caratterizzano un’ampia zona del Trapanese e gli ottimi vigneti che producono vini pregiati a partire dal Marsala Doc. Le Guide Turistiche, a cura del Dipartimento regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, racconteranno il territorio attraverso le sue eccellenze di interesse storico, artistico, architettonico e culturale.

Il programma. La partenza del treno storico è programmata alle ore 17.50 dalla stazione di Trapani. Previste fermate intermedie nelle stazioni di Paceco (17.57) e Marsala (18.25) con arrivo a Mazara alle 18.44. I passeggeri saranno accompagnati in bus nel centro storico della città, esempio più limpido dell’intreccio di civiltà avvenuto in Sicilia tra le popolazioni europee e quelle d’origine islamica e nordafricana. Saranno visitati i luoghi e monumenti più significativi quali: la Basilica-Cattedrale, realizzata in epoca normanna e ricostruita nel Seicento in stile barocco; il Collegio dei Gesuiti, edificato nel XVII secolo, la Chiesa di San Francesco, nata in stile arabo-normanno, trasformata anch’essa con le caratteristiche del barocco e ricca di affreschi ed elementi in bassorilievo. Alle 21 i passeggeri raggiungeranno il Museo del Satiro, nell’ex Chiesa di Sant’Egidio, dove si potrà ammirare la preziosa statua bronzea del “Satiro Danzante”. Durante la permanenza i viaggiatori avranno a disposizione del tempo libero per eventuali acquisti e/o consumazioni. Alle 23.00 si farà ritorno alla stazione ferroviaria di Mazara del Vallo da dove, alle 23.30, ripartirà il treno storico con arrivo a Trapani previsto per le 00.23.

Info e biglietti
A bordo treno sarà garantita la distanza interpersonale per godere in piena sicurezza del viaggio e dei magnifici panorami.
I biglietti per viaggiare a bordo del Treno del Pesce possono essere acquistati su tutti i canali di vendita di Trenitalia, biglietteria, app e sito ufficiale.
Maggiori informazioni sul sito fondazionefs.it o consultando le pagine ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram.

Il progetto dei “Treni Storici del Gusto” è promosso dall’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana, in collaborazione con la Fondazione FS italiane e con la partecipazione di Slow Food Sicilia, con l’utilizzo dei finanziamenti del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.