Acqua

Eventi Al Castello Ursino di Catania giovedì 9 luglio per I-Art, lo spettacolo per figure e attori di Manomagia

Lo spettacolo è un invito al viaggio, alla scoperta delle relazioni interne ed esterne all’acqua, nelle profondità marine, sulla terra, nel cielo, attraverso una danza corale in cui le Figure narrano la vita, costruendo un’unico grande racconto circolare di quelle piccole storie di cui siamo fatti. “L’acqua è luogo su cui ci si ferma e su cui si viaggia, è confine ed infinito”.

Teatro Manomagia, Acqua

Gocciola, scorre, bagna, lava, disseta. Danza lenta nel bianco quando è neve, cade con forza se è pioggia di temporale. All’arrivo del sole accende l’arcobaleno. Se è pozzanghera, fa spazio in terra a cielo e nuvole. Scivola sugli ombrelli, riga i vetri delle finestre. Se è lacrima, infine, illumina gli occhi di pianto o di gioia. E’ l’acqua, forza primigenia della natura, uno dei quattro elementi primordiali della vita sul pianeta Terra la protagonista del primo spettacolo del Festival I ART dedicato al mondo dell’infanzia. S’intitola “Acqua”, spettacolo per figure, attori e oggetti, è a cura del Teatro Manomagia, associazione culturale di Catania specializzata in spettacoli a misura di bambini, che giovedì 9 luglio sarà in scena al Castello Ursino di Catania

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Per assicurarsi l’ingresso, non essendo possibile prenotare, si consiglia di recarsi in loco il giorno dello spettacolo con un congruo anticipo rispetto all’orario di inizio.

A cura di Teatro Manomagia
Regia: Tina Barbagallo e Francesco Fazio
Interpreti: Miriana Scivoli, Federica Caci, Paola Catalano, Nicoletta Seminara
Figure e materiali di scena: Federica Battiato, Germana Tomarchio Fonica
Luci: Vincenzo Rinaldi

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.