Tridente d’oro, dopo 7 anni il Nobel del mare torna in Sicilia

Eventi L'ultima edizione ospitata in Sicilia si è svolta sull'isola di Ustica nel 2008. Quest'anno la cerimonia di consegna dei "Nobel" per le attività subacquee e gli Academy Awards si terrà nuovamente sull'isola: il 26 e 27 settembre all'Arsenale della Marina Regia a Palermo

Sabato 26 e domenica 27 settembre a Palermo si terrà la cerimonia di consegna dei Tridenti d’oro e degli Academy Awards, a cura dell’Accademia internazionale di scienze e tecniche subacquee. Durante l’evento, che si svolgerà presso i locali dell’Arsenale della Marina Regia, verranno presentati anche una serie di documenti legati al mondo della subacquea.

Il Tridente d'Oro

Il Tridente d’Oro

Il premio “Tridente d’oro”, creato nel 1960, è considerato il “Nobel delle attività subacquee”. E’ infatti il massimo premio d’eccellenza, a livello mondiale, per attività particolarmente meritorie svolte in ambito subacqueo: scientifiche, tecniche, artistiche, culturali, divulgative e sportive. Nei suoi oltre cinquant’anni di vita sono stati insigniti del Tridente d’Oro oltre 190 personaggi famosi come Jacques-Yves Cousteau, Walt Disney, Folco Quilici, Jacques Piccard, Enzo Maiorca, ma anche scienziati, ricercatori, pionieri, giornalisti e docenti meno noti al grande pubblico ma espressione dell’eccellenza nel loro settore. Le precedenti edizioni del Tridente d’Oro si sono tenute, dal 1960 al 2008, nell’isola di Ustica; nel 2009 a Roma; nel 2010 ad Anzio. Dal 2011 al 2013 la cerimonia ha luogo a Genova e, lo scorso anno a Bologna. Quindi dopo sette anni il premio ritorna in Sicilia.

Dal 1985 l’Accademia internazionale di scienze e tecniche subacquee conferisce anche gli Academy Awards a Società, Enti e Associazioni particolarmente meritevoli nelle attività subacquee e conosciute a livello internazionale. Quando il Tridente d’Oro venne assegnato per la prima volta nel 1960, esistevano pochissime aziende subacquee, le scuole ed i centri di immersione erano ancora a livello embrionale, tecnologia e attività subacquee riservate ad un ristretto ambito di appassionati. Si può affermare che il Tridente d’Oro ha accompagnato lo sviluppo delle attività subacquee contribuendo con il suo prestigioso riconoscimento ad indicare i protagonisti che via, via ne scrivevano la storia con le loro imprese e realizzazioni.

Sebastiano Tusa

Sebastiano Tusa

La manifestazione di consegna dei Tridenti d’oro 2015 inizierà sabato 26 settembre con il messaggio di benvenuto del nuovo Presidente dell’Accademia, Sebastiano Tusa, e la presentazione della Soprintendenza del Mare. A seguire saranno presentati alcuni progetti di ricerca e valorizzazione finanziati dalla Comunità Europea e curati dalla Soprintendenza del Mare: “Arrows” presentato da Benedetto Allotta, Project Manager del Progetto dell’Università degli Studi di Firenze, “Itaca” con Stelios Bollanos, Project Manager del Progetto e Planetek Hellas, “Newcimed” curato da Alessandra De Caro, Project Manager per la Regione Siciliana, e in collegamento via Skype con Rossella Marocchi, Project Manager del Comune di Latina, capofila del progetto.
La giornata proseguirà prima con il ricordo di Paolo Colantoni, Alberto Romeo Francesco Alliata e, successivamente, con l’inaugurazione della mostra fotografica e la presentazione del libro “Passione Mare” di Alberto Romeo e Lucia Scordato, entrambi Tridente d’Oro. La prima giornata si concluderà con la proiezione dei film “Cacciatori Sottomarini” (del 1946) di Francesco Alliata e “Cacciatori di mine” di Pippo Cappellano e Marina Cappabianca, documentario sull’attività di sminamento in Montenegro.

Domenica 27 al Porto di Palermo (Molo Sud) , dalle ore 10, sono previste: una escursione a mare tra le borgate marinare dell’Acquasanta, dell’Arenella, di Vergine Maria e del Golfo di Palermo, delle immersioni nella costa palermitana riservata a 12 Tridenti d’Oro (su richiesta), con la collaborazione del Centro Formazione Istruttori Isda “Orcasub” di Palermo.
Nel pomeriggio la manifestazione continua all’Arsenale della Marina Regia di Palermo: Alle ore 17 avrà inizio la cerimonia di consegna dei Tridenti d’Oro. Quest’anno saranno premiati: Maurizio Chines, Lucio Coccia, Ehud Galili, Jarrod Jablonski (proiezione del film “GUE and Soprintendenza del Mare: Exciting Discoveries”), Patrizia Maiorca (Proiezione del film “Operazione Archimede” – Record della famiglia Maiorca del 1987), Rossana Maiorca i.m. (Proiezione del film “Le sirene del mare la vollero per sorella” di Enzo Maiorca). A seguire la cerimonia di consegna degli Academy Awards, premiati: Cns International, Rcud Montenegro

La cerimonia di Ustica, nel 1966

La cerimonia di Ustica, nel 1966

L’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee è un’organizzazione no profit le cui finalità sono sviluppo, conoscenza e divulgazione delle attività subacquee e la diffusione della cultura del mondo sottomarino in un contesto interdisciplinare, e riunisce le personalità che hanno ricevuto, dal 1960, il “Tridente d’oro”. Un’istituzione con un patrimonio culturale costruito in oltre 50 anni di vita, noto in tutto l’ambiente subacqueo mondiale, e gode di notevole prestigio. Gli accademici di oggi sono biologi, geologi, naturalisti, ingegneri, divulgatori scientifici che hanno relazioni con i centri di ricerca più avanzati. E’ riconosciuta dal Réseau des Accademies Méditerranéens dell’Unesco. Fa parte dell’Advisory Board del Research Project Cognitive Robots for Cooperation with Divers in Marine Environments, finanziato dalla UE Commission. È membro della Cmas – Confederazione Mondiale delle Attività Subacquee. Cura la pubblicazione di ricerche e studi, organizza stage, seminari, convegni cui sono intervenuti come relatori professori universitari, scienziati, tecnici di importanti aziende e operatori impegnati nelle attività professionali subacquee. Nel 2013 è stato affrontato il tema dell’archeologia subacquea, protagonisti archeologi di fama internazionale, ricercatori e tecnici operativi in questa branca. Dal 2014 è impegnata per la preservazione delle piattaforme sommerse utilizzate all’isola del Giglio per il recupero del relitto della nave Concordia.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.