Sofia Bolognini vince il Premio “Cendic Segesta” con “Figlie d’Egitto, ovvero Le Supplici”

Il “Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2016” ha salutato il suo pubblico assegnando il Premio di drammaturgia Cendic-Segesta che quest’anno è andato a Sofia Bolognini per “Figlie d’Egitto, ovvero Le Supplici” che sarà allestito e rappresentato nel 2017 a Segesta, Locri e Roma, a cura del Centro Teatrale Meridionale di Locri.

Sofia Bolognini, Vito Sciortino, Maria Letizia Compatangelo, Nicasio Anzelmo

Figlie d’Egitto, ovvero Le Supplici di Sofia Bolognini – si legge nelle motivazioni della giuria – è un testo compatto, organicamente strutturato, appoggiato su modelli drammaturgici focalizzati sul gender, che riesce, seppur attraverso una struttura formale e ritmica per così dire classica, a reinterpretare il mito senza perdere la forza originaria dei grandi tragici e a proporre temi contemporanei quali il conflitto tra Oriente e Occidente, il corpo della donna come luogo di guerra e sopraffazione e il confronto/scontro tra due tipi contrapposti di potere. Un’opera nella quale l’antico favolistico e l’allusiva contemporaneità mediatica si amalgamano quasi sempre con equilibrio. Un testo che ben si adatta ad essere rappresentato nel teatro greco di Segesta senza stravolgerne il forte impianto scenografico naturale, puntando sulla parola, sul lavoro degli attori e le relazioni archetipali tra i personaggi”.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.