Sicilia Queer Filmfest, il programma di giovedì 28 maggio

Una intensa giornata di scoperte ed emozioni, giovedì 28 maggio, ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo con il Sicilia Queer Filmfest, tra anteprime nazionali, incontri con registi, un omaggio di Raúl Ruiz a Franco Scaldati e una finestra aperta sulla fervida scena dell’Outsider Art siciliana.
Si comincia alle 16.30 al Cinema De Seta con Nachtelle, opera prima del tedesco Florian Gottschick, un thriller carico di mistero e colpi di scena, che racconta la storia di una coppia di ex fidanzati in gita nel proprio villaggio d’origine, dove riaffiorano i fantasmi del passato.
A seguire, alle 18.30, sarà replicato Los tontos y los estúpidos di Roberto Castón, un film sul dietro le quinte del cinema, di cui svela debolezze, nevrosi e ipocrisie. Il regista sarà presente in sala.
Alle 20.30 sarà la volta dell’anteprima nazionale di Guidance del canadese Pat Mills, una scanzonata commedia che descrive, con ironia, sarcasmo e un tocco di cinismo, la vita folle e sregolata di un personaggio queer per antonomasia. In coda al film sarà proposto il cortometraggio Boa noite Cinderella del portoghese Carlos Conceição, una riscrittura onirica della favola di Cenerentola che mette al centro il tema del desiderio e le sue ambiguità.
Altro imperdibile evento, alle 22.30, sarà l’appuntamento con il regista Benjamin Crotty che presenterà in anteprima nazionale il suo Fort Buchanan, che racconta con un tocco di ironia le dinamiche del desiderio all’interno di una situazione quasi surreale, quella di una base militare dove le mogli dei soldati attendono il rientro dei mariti dal fronte, tra discussioni filosofiche e giochi di seduzione.
Il programma in Sala Wenders al Goethe-Institut comincerà alle 16.30 con Tony Patrioli (in bianco e nero) di Tiziano Sossi, secondo capitolo del documentario sul primo fotografo italiano di nudo maschile.

Raúl Ruiz

Raúl Ruiz

Alle 18.30 tre rarità del regista cileno Raúl Ruiz: Il pozzo dei pazzi, adattamento visionario e surreale del più famoso testo teatrale di Franco Scaldati, cui farà seguito il prologo che Ruiz realizzo per la messinscena di Elio De Capitani al Piccolo Teatro di Palermo, e Il cinema come viaggio clandestino, che documenta il convegno e la masterclass che Ruiz tenne a Palermo nel dicembre del 1994. Grazie alla Filmoteca Regionale Siciliana, questo lavoro di archeologia visiva permette di recuperare un evento straordinario, che ridà vita al pensiero e alla poetica di un maestro come Ruiz.
Infine, in collaborazione con Clac, alle 21.30 lo spazio all’aperto del Festival proporrà Outsider Art – Viaggio alla scoperta dell’arte clandestina siciliana, che comprende cinque mini documentari di Ruggero Di Maggio sugli artisti “irregolari” Giovanni Cammarata, Giovanni Bosco, Gilda Domenica, Filippo Bentivegna, Isravele, e il documentario Percorsi Siciliani: l’outsider art di Alessandro Aiello, una ricognizione sul territorio lungo un viaggio che si dipana tra Messina e Sciacca.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.