Sette artisti siciliani tra i premiati dal premio GrossetoVisionArt

Arte I 7 artisti, espressione dell'Accademia Federiciana di Catania, sono stati inseriti (unici artisti non toscani) nel volume "Tuscany contemporary art", un'antologia dell'arte contemporanea toscana

Tra i vincitori del Premio GrossetoVisionArt, riconoscimento che è stato conferito – selezionati su ben 2.500 – a 80 artisti contemporanei di 18 regioni italiane (Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna), vi sono anche 7 artisti siciliani. Si tratta di Iole D’Amore, Nelly D’Urso, Giuseppina Martinez, Antonella Serratore, Fortunato Orazio Signorello, Giuseppe Spinoso e Angela Maria Viscuso, che con l’Accademia Federiciana hanno esposto negli ultimi anni, riscuotendo i consensi del pubblico e della critica, in mostre toscane.

La presentazione del volume Tuscan Contemporary Art

La presentazione del volume Tuscan Contemporary Art

I 7 artisti – le cui opere sono state esposte nella sede di Koinè Spazio Arte di Grosseto – sono stati selezionati da un comitato scientifico che ha consultato annuari e dizionari d’arte pubblicati in Italia negli ultimi 2 anni. Per i consensi unanimi di pubblico e di critica riscossi anche in Toscana nell’ultimo quinquennio, i 7 artisti – che fino al 16 aprile espongono, nell’ambito del V Festival siciliano della Cultura, nella Rassegna d’arte visiva “Percorsi preordinati” in corso nella sede dell’Accademia Federiciana – sono stati inseriti (unici artisti non toscani) nel volume “Tuscany contemporary art”, un’antologia dell’arte contemporanea toscana di ben 352 pagine, aperta alla molteplicità delle forme espressive e creative, che accosta agli artisti affermati (tra gli inseriti figurano, tra l’altro, Rabarama, Ugo Nespolo, Paolo Baratella, Marcello Scuffi, Agostino Cancogni, Ugo Riva, Antonio Possenti, Riccardo Benvenuti e Roberto Fontirossi) artisti più o meno noti “individuati nel corso di una lunga e affascinante ricerca che ha interessato non solo gli artisti toscani di nascita, ma anche tutti coloro che l’hanno scelta come luogo d’elezione”.

Pubblicato da WF Edizioni-Synersea di Lucca, il volume, presenta artisti che sono stati individuati “nel corso di una lunga e affascinante ricerca che ha interessato non solo gli artisti toscani di nascita, ma anche tutti coloro che l’hanno scelta come luogo d’elezione”. Oltreché nelle librerie, il libro – già supportato da un sito web (www.tuscanycontemporaryart.it) disponibile anche per tablet e smartphone – sarà in vendita anche in selezionati musei e centri espositivi italiani, nonché nei migliori bookstores on-line nazionali e internazionali. Iole D’Amore, Nelly D’Urso, Giuseppina Martinez, Antonella Serratore, Fortunato Orazio Signorello, Giuseppe Spinoso e Angela Maria Viscuso, assegnatari del premio in rappresentanza della Sicilia, sono stati selezionati dal comitato scientifico perché la loro produzione appare segnata fortemente da stili e tecniche innovative che evidenziano il loro interesse, oltre che per le cromie, per i processi ideativi ed esecutivi. Nella mostra allestita a Grosseto per gli 80 vincitori del premio, i 7 artisti siciliani – che hanno già partecipato a prestigiose mostre ed expo nazionali e internazionali – hanno esposto, focalizzando l’attenzione del pubblico e della critica, opere di grande impatto visivo.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.