Pietro Consagra nella collezione della GAM di Palermo

Arte La collezione permanente della Galleria d’Arte Moderna di Palermo si arricchisce di tre opere di uno dei grandi artisti del Novecento: Sicania, Fondo verde (sedici immagini) e Quattro Immagini su fondo grigio

La collezione permanente della Galleria d’Arte Moderna di Palermo si arricchisce di tre opere di Pietro Consagra,uno dei grandi artisti del Novecento particolarmente famoso per le sue sculture, che entreranno a far parte del percorso espositivo del Museo. Si tratta di Sicania, Fondo verde (sedici immagini) e Quattro Immagini su fondo grigio che saranno presentate al pubblico venerdì 9 ottobre alle ore 17.30.
Pietro Consagra ha toccato tutti gli aspetti della creazione artistica. Ha dipinto quadri, ha sperimentato nuove tecniche, ha scritto versi e prose con instancabile vis polemica e ha eretto edifici, creato gioielli e fantastiche installazioni urbane. Disegnava sempre, in qualsiasi momento disponesse di una penna. Per lui disegnare era come pensare. Fissava sulla carta immagini che si presentavano integre alla sua vista interna e che una volta delineate sul foglio non aveva mai bisogno di ritoccare. Dall’immenso serbatoio dei suoi disegni, sceglieva poi quelle immagini che sentiva il desiderio esistessero come sculture, ingrandite nella pietra, nel bronzo, nell’acciaio o nel ferro dipinto. Con tecniche diverse sono realizzate le tre opere che entrano a far parte del percorso espositivo della Galleria d’Arte Moderna.

Pietro Consagra, Fondo verde (16 immagini) - 1984

Pietro Consagra, Fondo verde (16 immagini) – 1984

Sicania è una grande scultura in bronzo (cm.254,5 x 162 x 8), versione realizzata dall’artista nel 1972 de Il monumento al sindacalista siciliano del 1949. L’opera, dedicata alla memoria del sindacalista Accursio Miraglia, ucciso dalla mafia a Sciacca, fu presentata a Palermo nella esposizione a Palazzo dei Normanni del 1973, insieme alla serie di opere, in legno, ferro e bronzo, dai titoli emblematici: Totem della liberazione (1947), Omaggio a Boccioni (1948), Omaggio a Christian Zervos (1948). Fu realizzata da Pietro Consagra dopo il breve soggiorno a Parigi del dicembre 1946, durante il quale incontra Brancusi, Giacometti e Pevsner. Benché appartengano al periodo iniziale della sua ricerca artistica, queste opere impongono un nuovo orientamento in scultura, una concezione non figurativa. In queste opere, Consagra salda insieme in uno schema frontale, quasi bidimensionale, superfici appena incise e sottili che si stagliano liberamente e drammaticamente nello spazio, articolandolo.

Pietro Consagra, Sicania

Pietro Consagra, Sicania

Sicania è una delle opere che Consagra, morto 10 anni fa a Milano, ha destinato con il suo testamento ad alcuni prestigiosi musei europei e americani, tra i quali la Galleria d’Arte Moderna di Palermo.
Entrano a far parte del percorso espositivo, con una sala dedicata, anche Fondo verde (sedici immagini), una grande tempera e acrilico su tela (cm.210 x 180) del 1984 concessa in comodato gratuito dagli eredi dell’artista e Quattro immagini su fondo grigio, realizzata nel 1972 con tecnica mista su faesite (cm.95 x 123) e donata nel 1973 alla Galleria in occasione della mostra di Palazzo dei Normanni, ma finora conservata nei depositi.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.