Marchio ‘Qualità sicura’ per la Rete ovinicoltori siciliani

Tutto fa panza Sono 35 le realtà produttive siciliane che si fregiano del marchio QS che ha l’obiettivo di valorizzare i prodotti agroalimentari con un elevato standard qualitativo e di favorirne la diffusione con l’adesione a specifiche norme di produzione fissate dal disciplinare

«La filiera siciliana dell’agnello e dell’agnellone – Rete ovinicoltori siciliani conquista il marchio QS, Qualità sicura garantita». Ad annunciarlo è l’assessore all’Agricoltura, allo sviluppo surale e alla pesca mediterranea Toni Scilla. Con la filiera dell’agnello e agnellone arrivano a 35 le realtà produttive siciliane che si fregiano del marchio QS, che ha l’obiettivo di valorizzare i prodotti agroalimentari con un elevato standard qualitativo e di favorirne la diffusione con l’adesione a specifiche norme di produzione fissate dal disciplinare: la qualità dei prodotti contrassegnati dal marchio QS è garantita attraverso l’adesione di tutti i componenti della filiera al sistema di qualità.

L’assessore Toni Scilla

«Il marchio QS è sinonimo di elevata qualità e di sicurezza alimentare e supporta, valorizzandole, le aziende che lo ottengono, in linea con gli obiettivi del governo Musumeci – spiega l’assessore Scilla -. Ben 28 allevatori operanti nei territori di Palermo, Agrigento, Messina ed Enna, aderenti alla Rete Ovinicoltori Siciliani, hanno scelto di rispettare i parametri del disciplinare e di garantire al consumatore finale un prodotto rispettoso, tra l’altro, del benessere animale e della sostenibilità ambientale. Oggi registriamo un segnale incoraggiante: gli imprenditori iniziano a capire l’importanza di fare rete. Collaborazione e condivisione di intenti rendono le aziende maggiormente competitive e in grado di rispondere con un’offerta valida a mercati sempre più esigenti».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.