“Lucìe” e la bellezza degli scatti di Zino Citelli

Calici & Boccali Le bollicine biologiche create da Samantha Di Laura dell'azienda Scirocco inaugurano venerdì 29 ottobre “Frammenti di tempo”, reportage fotografico di viaggi, paesaggi e ritratti dalla Sicilia realizzati dall'artista palermitano ed ospitati al Complesso Monumentale dello Spasimo di Palermo

Emozioni di luce con Lucìe, bollicine biologiche ed integrali di Samantha Di Laura, Ceo dell’azienda Scirocco Srl, specializzata nell’agroalimentare gestito in modo etico, al vernissage di “Frammenti di tempo”, reportage fotografico di viaggi, paesaggi e ritratti dalla Sicilia dell’artista palermitano Zino Citelli, previsto venerdì 29 ottobre alle 17 al Complesso Monumentale dello Spasimo a Palermo.
La luce è il trade union tra la fotografia e il vino perchè come diceva Galileo Galilei, “il vino è un composto di umore e di luce” e Lucìe, la cui caratteristica più singolare è l’opalescenza, fa della
luce e delle sue sfumature una ragion d’essere. L’etichetta è luminosa e delicata ma incisiva come una cartolina dal passato gelosamente custodita e mai inviata.
Ottenuto da uve Inzolia nel territorio di Santa Ninfa, nasce dall’incontro tra Samantha di Laura, manager piemontese che ha deciso di vivere a Menfi, e Mattia Filippi, enologo trentino, anch’egli emigrato in Sicilia, che ha una grande esperienza di vini spumanti e vini naturali, in Italia e nel mondo. Lucie  è prodotto con metodo ancestrale, ossia un metodo classico (come lo champagne) prima del degorgement.

Samantha Di Laura

È un vino “singolare” perché sarà l’unico vino prodotto da Samantha Di Laura. Ma è anche un vino “plurale” perché si rivolge a tutti e ha mille sfumature: «Ho scelto questo nome –dice Samantha Di Laura – perché, oltre ad essere tipicamente siciliano, significa “luminose, splendenti” e, oltre a rappresentare le caratteristiche del vino, ci invita ad essere, tutti quanti, luminosi e splendenti, sempre. È un vino moderno, che pone una particolare attenzione al benessere delle persone e del pianeta, valori condivisi da tutti coloro che contribuiscono a creare queste bollicine. È l’Inzolia in tutto il suo splendore, leggera, delicata, elegante e profumata: inoltre è un vino naturale, senza zuccheri e senza solfiti aggiunti ».
Sorsi di vita che si intrecciano e si mescolano a sguardi luminosi, sguardi tenaci. Così come gli scatti di Zino Citelli, vincitore, tra l’altro nel 2016, del concorso fotografico nazionale per le tre giornate “Note di Franciacorta” con la fotografia “passo a due”, che con il suo obiettivo cattura espressioni, colori e volti di una Palermo multiculturale e di un territorio siciliano, in particolare, quello della Valle del Belice, in cui l’artista “indaga” portando alla luce barlumi di bellezza. «Fotografare significa, letteralmente, scrivere con la luce e tutto ciò che ha a che fare con la luce è presente, per sua natura, nel DNA di Lucìe – spiega Samantha Di Laura-. L’arte, in ogni sua espressione, è nutrimento per lo spirito e per l’anima, e siamo felici di poter accompagnare il
viaggio nel Mediterraneo di Zino Citelli: ombre e luci di un mondo di cui tutti facciamo parte e la cui bellezza ci unisce tutti»

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.