domenica 16 giugno 2019

domenica 16 giugno 2019

MENU

Le mille sfumature del "desiderio" sono al centro di Taobuk

Eventi

La IX edizione dell'evento ideato e diretto da Antonella Ferrara dal 21 al 25 giugno riempirà di parole, fascinazioni e ricordi i più bei luoghi di Taormina attraverso l’incontro della letteratura con tutte le altre arti. Il 22 giugno la consegna degli Awards: al Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri, allo scrittore britannico Ian McEwan e al regista Marco Bellocchio


di Maria Enza Giannetto

Oltre l’istinto, oltre il bisogno: lì risiede il desiderio. Desiderare è sentimento, emozione, capacità di sognare. È anelito che mette le ali alla volontà, fiamma che accende più della ragione, è ricerca della felicità che ha nell’appagamento del piacere la ricompensa. Su questo fil rouge si muove il tema della nona edizione di Taobuk - Taormina International Book Festival, l’evento ideato e diretto da Antonella Ferrara che dal 21 al 25 giugno riempirà di parole, fascinazioni e ricordi i più bei luoghi di Taormina attraverso l’incontro della letteratura con il cinema, l’arte, l’attualità e la memoria, passando per la musica e la grande cucina.
«Desiderare – dice Antonella Ferrara, ideatrice e presidente della manifestazione - è tutt’uno con la voglia di progettare il futuro, è trovare uno scopo ed essere motivati a perseguirlo. Chi ne è capace si pone agli antipodi del nichilismo oggi dilagante, indotto in primo luogo dal consumismo e dai suoi bisogni fittizi. Un antidoto è proprio la letteratura, e segnatamente la narrativa: narratori, drammaturghi, poeti, non meno dei padri della psicanalisi, ci palesano che il desiderio dialoga con l’inconscio, né la pulsione si esaurisce con l’appagamento, sempre pronta com’è a rinascere, identica o sotto altre forme».

Antonella Ferrara, ideatrice e presidente di Taobuk

La manifestazione – che è stata anticipata (sabato 25 maggio) dalla consegna del Premio Sicilia 2019 allo scrittore spagnolo Javier Cercas, gode del sostegno della Regione Siciliana come sottolinea Sandro Pappalardo, Assessore Regionale per il Turismo, per lo Sport e per lo Spettacolo: «L’importanza di questa manifestazione per la promozione della nostra isola in tutto il mondo è sotto gli occhi di tutti, tanto che, nel momento della scelta degli eventi da mettere nel cartellone dei 45 grandi eventi della Regione siciliana, Taobuk è stato votato all’unanimità da tutti i membri della commissione. Si tratta di eventi importanti che promuoviamo nel mondo e che hanno un grande ritorno in termini di immagine per la nostra Isola».
L’edizione 2019 di Taobuk avrà il suo momento clou nella serata di sabato 22 giugno al Teatro Antico di Taormina con la consegna dei Taobuk Awards, riconoscimenti d'eccellenza nel campo della letteratura e delle arti. I Taobuk Awards for Literary Excellence saranno assegnati al Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri, scrittrice statunitense di origine bengalese e al Booker Prize Ian McEwan, scrittore britannico tra i più grandi della contemporaneità: per la sapienza con cui hanno portato avanti il desiderio di raccontare storie e per la profonda consapevolezza dell'animo e dei comportamenti umani con cui sono stati capaci di ritrarre indimenticabili personaggi iconici, di grande potenza emotiva. I premi Taobuk Award alla Carriera andranno, invece, al regista Marco Bellocchio, al cantautore Simone Cristicchi, alla cantante Nina Zilli e all’attore Massimo Ghini; mentre la stilista Marella Ferrera riceverà il Taobuk Award Trame di Storia.

Il regista Marco Bellocchio

Durante la serata – che sarà condotta dal giornalista Rai Alessio Zucchini e da Antonella Ferrara e andrà in onda in differita su Rai 3 - si esibiranno infatti Cristicchi, Nina, la violinista enfant prodige Anastasiya Petryshak e il soprano georgiano Nino Surguladze, accompagnati dall’orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania, partner del Festival, e diretti da Valter Sivilotti.
La cinque giorni di Taobuk partirà venerdì 21 giugno e fino a domenica 25 giugno vedrà avvicendarsi, in alcuni dei luoghi più belli di Taormina, eventi, interviste, incontri e lectio magistralis con importanti personalità culturali nazionali e internazionali. Decine e decine di appuntamenti (il programma completo è consultabile sui canali social e sul sito www.taobuk.it) sintetizzati in sei categorie che declinano in modi diversi il desiderio.

Il Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri, scrittrice statunitense di origine bengalese

- LE PAROLE DEL DESIDERIO. Nella categoria rientrano le lezioni magistrali di Marco Bellocchio, che, reduce dal successo del film "Il Traditore" dedicato al pentito Tommaso Buscetta, parlerà del cinema come desiderio di verità; Jhumpa Lahiri, origini bengalesi ma cresciuta negli Stati Uniti, che narrerà della sua carriera di scrittrice e del desiderio di un dialogo sempre più intimo con le parole, che l’hanno portata a scrivere interamente in italiano, sua lingua d’elezione; Ian McEwan, che discorrerà delle infinite e impercettibili declinazioni del desiderio umano dalle antichità a noi, a Gian Luigi Beccaria, che da storico della lingua e membro dell'Accademia della Crusca parlerà della brama, della necessità di scrivere, passando per Luciano Canfora e il desiderio di libertà. E infine le icone del desiderio è un seminario (in collaborazione con IISF, Dipartimento Civiltà Antiche e Moderne Università di Messina, Dipartimento Scienze Umanistiche Università di Catania, Dipartimento Scienze Umanistiche Università di Palermo) dedicato a trenta ragazzi universitari vincitori di un bando pubblico, che metterà in evidenza l’intrinseca ambivalenza della nozione stessa di desiderio alle origini del pensiero occidentale. Con il professore ordinario di Storia della Filosofia Umberto Curi.

Lo scrittore Matteo Nucci

- DESIDERO DUNQUE SONO. In questa sezione si rincorrono strade, percorsi e proiezioni per una rilettura dell’identità. Giancarlo Mazzuca, giornalista, e il suo libro sul desiderio nella strategia politica a 90 anni dai Patti Lateranensi; il giornalista Tommaso Labate, sul desiderio di riscatto dei quarantenni di oggi; Giulio Perrone, scrittore ed editore, che parlerà di rapporti familiari e dei desideri diversi che convivono in essi; in collaborazione con Radicepura Garden Festival, l’architetto paesaggista Paolo Pejrone, e il giardino come luogo del desiderio di ritrovarsi e spazio dell’identità; Roberta Scorranese, portavoce di mille storie e giornalista, racconterà il suo Abruzzo e il desiderio che muove con forza teste e cuori di chi deve ricostruire case, città, famiglie; Lucio Presta, il più famoso agente dello spettacolo e della televisione che narrerà di una vita di desideri inseguiti e realizzati; Simona Sparaco, giornalista e scrittrice, recentissimo primo Premio DeA Planeta, sui desideri negati; dalle Crociate alla battaglia di Lepanto, cinque secoli per la costruzione di un mito, l’Europa, con il Professor Vito Bianchi; Marco Bonini, attore e sceneggiatore, e il desiderio di rinascere; Michela Marzano che attraverso il suo ultimo romanzo racconterà il desiderio di cammini condivisi; il desiderio negato d’amore e altre passioni con Eva Cantarella; l’attrice Francesca Reggiani e il desiderio di ridere; la filologa Silvana Grasso e Matteo Nucci, giornalista e autore, su eros e disìo.

- DE-SIDERIIS. Un percorso tematico per storie e narrazioni oltre ogni limite. Dal desiderio di restare, di superare con il ricordo il distacco dagli affetti, tema dell’ultimo libro dello scrittore norvegese Jostein Gaarder al desiderio di superare se stessi, con Antonio Forcellino, uno dei maggiori studiosi di arte rinascimentale, con il racconto avvincente e per molti tratti inedito del grande genio del Rinascimento, Leonardo Da Vinci. Dal desiderio di gareggiare raccontato da Alessandro Cannavò, giornalista, presidente della Fondazione Candido Cannavò, al desiderio di capire, comprendere ed amare con Luigi Mazzone, autore e fondatore del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Ricerca Autismo (AIRA).

Il giornalista Alessandro Cannavò,  presidente della Fondazione Candido Cannavò

- ARTE E DESIDERIO. Conversazioni sul linguaggio e il codice dei sogni: in apertura l’inaugurazione della mostra di dipinti promossa da Taobuk in collaborazione con Fondazione Sicilia e Parco Archeologico Naxos Taormina, con la curatela di Roberta Scorranese, “Questa è la certezza del cuore. La Sicilia nello sguardo degli artisti e dei suoi figli: omaggio a Sebastiano Tusa”. La mostra attraversa la Sicilia in un doppio viaggio, pittorico e narrativo: una ricca selezione di dipinti provenienti dalle collezioni della Fondazione Sicilia sarà accoppiata a diari firmati da siciliani, in arrivo dall’Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano. Poi Gabriele Romeo, storico dell’arte, curatore, saggista e illustratore, che affronterà il tema del cambiamento linguistico e fenomenologico che attraversa l’arte contemporanea. E ancora Palermo e Taormina, un racconto a cavallo tra due epoche e due Sicilie, quella occidentale dominata dal liberty dei Florio, la grande dinastia imprenditoriale, e quella orientale dove prende casa il barone prussiano pioniere della fotografia, Wilhelm Von Gloeden, che scelse Taormina come propria dimora: con Stefania Auci, insegnante di sostegno e autrice di romanzi e la scrittrice Emanuela Ersilia Abbadessa. Infine, Samuele Mazza, curatore di libri, fashion designer e gallerista, con il desiderio di raccontare la Val di Noto, patrimonio mondiale Unesco.

La scrittrice Stefania Auci

- DESIDERIO PRESENTE. Punti di vista, opinioni e idee sulla contemporaneità: a partire da Yves Mény, studioso e professore di Scienze politiche presso l’Università Luiss-Guido Carli di Roma, che parlerà del popolo e del suo ingombrante desiderio di potere sovrano e alla nuova criminalità organizzata e ai suoi desideri con Giuseppe Pignatone, fino a maggio 2019 procuratore capo del Tribunale di Roma, e il giornalista e presidente di Articolo 21 Paolo Borrometi. Da Benedetta Tobagi e il desiderio di verità a Giulio Tremonti, che ragionerà sul desiderio di futuro dell’economia politica e della società nell’era globale, passando per le due grandi tavole rotonde dedicate a editoria e giornalismo, promosse in collaborazione con Gruppo GDS SES, che tornano come ogni anno. Alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli, si parlerà de “Il diritto d’autore, tra ipotesi di tutela e nuove sfide” con Massimo Bray, Direttore Generale Istituto Enciclopedia Treccani, Elido Fazi, Fondatore Fazi Editore, Ernesto Franco, Direttore editoriale Einaudi, Stefano Mauri, Presidente e amministratore delegato del Gruppo Mauri Spagnol e Paola Passarelli, Direttore Generale per le Biblioteche e gli Istituti Centrali, MIBAC. E de “La libertà di espressione e di stampa. Il diritto ad essere informati” con Alessandro Bompieri, Direttore Generale News Italy RCS, Fabrizio Carotti, Direttore Generale Federazione Italiana Editori Giornali, Antonio Di Bella, Direttore Rai News, il Direttore Generale Cairo Giuseppe Ferrauto, Edoardo Garrone, Presidente Gruppo Il Sole 24 Ore, Lino Morgante, Amministratore delegato GDS SES e direttore editoriale La Gazzetta del Sud, il Direttore di TV2000 e di InBlu Radio Vincenzo Morgante, Giuseppina Paterniti, Direttore TG3 e il Presidente Federazione Italiana Editori Giornali, Andrea Riffeser Monti. E ancora, uno dei maggiori storici contemporanei, Donald Sassoon, parlerà del desiderio di comunità e dello spazio della condivisione; Eleonora De Nardis, sociologa e giornalista, indagherà il desiderio di essere libere; Raffaella Milano, autrice della biografia di Eglantyne Jebb, e direttore dei programmi Italia Europa di Save the Children, che verrà proprio a raccontare del desiderio di pace di questa donna rivoluzionaria; Marco Morganti, Amministratore delegato di Banca Prossima e autore, analizzerà il passaggio dall’economia dei bisogni a quella dei desideri; Paolo Stella, creative director, attore di tv e cinema, e regista, racconterà del desiderio di comunicare, del bisogno di esistere; Federico Fubini, giornalista, e il professore emerito Emilio Gentile parleranno del desiderio di sovranità; il magistrato Nino Di Matteo, sostituto procuratore nazionale antimafia, con il processo Stato-mafia.

Il giornalista Antonio Di Bella, direttore di Rai News

- IL DESIDERIO DI VERITÀ. Indagini e investigazioni sul filo rosso delle storie, con lo scrittore Francesco Recami, a narrare la comicità sfumata al nero, basata sul gusto del paradosso e del grottesco; con Barbara Bellomo, e il desiderio di scavare nel cono d’ombra delle storie; con le autrici Cristina Cassar Scalia e Ilaria Tuti, a raccontare le protagoniste dei loro libri, due investigatrici con un solo vizio: il desiderio di verità; con Mario D’Agostino, scrittore siciliano che con i suoi gialli narra il desiderio di incontrarsi e l’ansia di perdersi; con Andrea Purgatori, uno dei più importanti sceneggiatori italiani che, dietro le quinte della storia, tenterà di inseguire il desiderio di far luce su tanti coni d’ombra, dallo spionaggio al terrorismo.

La scrittrice Barbara Bellomo

Oltre le sezioni di incontri letterari, come nelle scorse edizioni, il programma di Taobuk ripropone le rassegne “Fud Hub”, conversazioni a tema food in compagnia dei grandi volti della cucina internazionale a cura di Fernanda Roggero, e TaoKids, lo sguardo di Taobuk al mondo dei più piccoli –, i grandi incontri con i protagonisti del cinema, a cura di Claudio Masenza, i seminari filosofici, le lectio magistralis e i tributi agli anniversari che si celebrano in questo 2019: dai trent’anni dalla morte di uno dei massimi scrittori siciliani, Leonardo Sciascia, ai cinquecento da quella di Leonardo Da Vinci, dai cinquanta dal celebre furto del Caravaggio a Palermo ai cento anni di Save The Children, passando per gli omaggi a Ercole Patti, Primo Levi e Pier Paolo Pasolini. E ancora le mostre, da Questa è la certezza del cuore. La Sicilia nello sguardo degli artisti e dei suoi figli, in collaborazione con Fondazione Sicilia e Parco Archeologico Naxos Taormina, a cura di Roberta Scorranese, ai Ritratti di Leonardo Céndamo, passando per l’arte contemporanea di Sergio Fiorentino con De_sidere. In collaborazione con Treccani Cultura, Taobuk accoglierà nella sua programmazione due momenti di grande rilievo: il primo, in calendario il 24 giugno è un omaggio al genio di Rossini e al desiderio di felicità che si cela dietro la sua musica, grazie alla partecipazione del critico Sandro Cappelletto, in uno spettacolo dal vivo insieme al soprano Cinzia Forte e al pianista Marco Scolastra; il secondo appuntamento, il 25 giugno, sarà invece un tributo a Leonardo Da Vinci e al suo rapporto con il mondo naturale alla presenza di due dei più illustri esperti d’arte rinascimentale, Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa.

Sognatore con tre aguglie di Sergio Fiorentino

LA FIERA DELL’EDITORIA. Da venerdì 21 a domenica 23 giugno, Taobuk si trasforma anche in una Fiera dell’editoria, rinnovando e ampliando il progetto degli ultimi anni: al Palazzo dei Congressi, in collaborazione con Noema Congressi e Artelibro, questa nuova edizione vuole dare spazio anche agli editori che saranno protagonisti di una Mostra-mercato ad ingresso gratuito. Tra gli editori presenti: Capire Edizioni, CartaCanta Editore, Edizioni della Meridiana, Carbonio Editore, Colorando i Pensieri Edizioni, Dario Flaccovio Editore, Giuntina, La Feluca Edizioni, Treccani.

Taormina, Casa Cuseni

IL DESIDERIO DI SCRIVERE E VOLTARE PAGINA - SCRITTORI IN RESIDENZA | HOLDEN SUMMER SCHOOL. L’ormai tradizionale appuntamento con i corsi di scrittura creativa di Scuola Holden (21-23 giugno a Casa Cuseni) quest’anno è diviso in due momenti, uno il riflesso dell’altro: nella prima parte, a cura del giornalista e autore Francesco Musolino, ci si interroga sul gesto di scrivere, sull’atto da cui scaturisce il meccanismo narrativo che genera nel lettore il desiderio di girare pagina, lo stesso desiderio che verrà esplorato nella seconda parte dalla scrittrice e giornalista Eleonora Lombardo, scoprendo poco alla volta i personaggi, la loro vita e i loro desideri, fino all’ultima parola. Il laboratorio si terrà in uno dei posti più affascinanti della città: Casa Cuseni, la casa che ha ospitato Lord Bertrand Russell, Tennessee Williams, David Herbert Lawrence, Ezra Pound. Il luogo dove ancora è appeso lo specchio di Greta Garbo e dove c’è la scrivania alla quale Roald Dahl scriveva La fabbrica di cioccolato, dove forse è stato concepito il logo Chanel e il cui giardino esoterico è stato disegnato da Sir Frank Brangwyn.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 27 maggio 2019
Aggiornato il 31 maggio 2019 alle 20:16





TI POTREBBE INTERESSARE

Quando l'Etna è la musa ispiratrice natura fa rima con cultura

Dal 9 giugno al 4 agosto l'Azienda agricola Musa di Bronte, in collaborazione con l'associazione AreaSud, organizza la prima edizione di Etnamusa Festival, cartellone di laboratori, workshop, musica, teatro, cinema, libri, scrittori ed escursioniaperti a tutti, diversamente abili, anziani e bambini compresi

"Porte aperte", dove la politica chiude la cultura apre

Se la tendenza è quella di chiudere i porti, gli spazi, i cuori e le menti, l'Università di Catania "apre" al pubblico rinnovvando l’appuntamento con la rassegna estiva di concerti, spettacoli, mostre e proiezioni. Più di 70 appuntamenti, dal 16 giugno al 2 agosto, non solo nelle sedi dell'Ateneo ma anche in tutti quei luoghi in cui si ritrovano normalmente i ragazzi

Mare Liberum, torna a Catania il festival internazionale di geopolitica

Organizzato dall'Associazione Diplomatici, presieduta da Claudio Corbino, in collaborazione con la rivista di geopolitica Eastwest, l'Università di Catania, Il Sole 24Ore e La Sicilia, il festival, nei giorni 31 maggio e 1 giugno, svilupperà il dibattito sui temi di smart city e global governance

Sulla spiaggia di San Vito Lo Capo tornano a volare gli aquiloni

Dal 16 al 19 maggio torna l'appuntamento con il Festival internazionale degli Aquiloni che per quattro giorni vedrà impegnati 40 aquilonisti di fama nazionale ed internazionale, provenienti da ogni parte d’Italia e anche da Francia, Polonia e Svizzera. In programma anche esibizioni di parapendio

"Rossi" a raccolta sull'isola di Favignana, c'è il Red Head Sicily

L'8 giugno sulla più grande delle Egadi si terrà la prima edizione del raduno che, come nel resto d'Europa, chiama a raccolta le persone coi capelli rossi naturali per una giornata di musica, contest e anche prevenzione

Memorial Busacca, la storia dei cantastorie non è folklore ma arte

Un successo a Paternò la quarta edizione del memorial dedicato a Nino, fratello di Ciccio, della storica famiglia di cantastorie Busacca. Cettina, figlia di Nino: «Abbiamo voluto far rivivere la memoria dei cantastorie puntando sul loro valore umano e culturale, artistico ed esistenziale». Tra gli ospiti il regista Pasquale Scimeca, premiato l'attore David Coco