L’assessore Alberto Samonà: «Nei luoghi della cultura occorre abbattere le barriere architettoniche»

Omnibus Con una lettera l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana ha invitato i direttori dei Parchi Archeologici e dei Musei regionali a effettuare una ricognizione per eliminare o ridurre le barriere architettoniche, tenuto conto delle peculiarità dei singoli luoghi

La Cultura deve essere sempre più accessibile e alla portata di tutti. Per questo è necessario effettuare una ricognizione dei singoli luoghi d’arte per verificarne gli eventuali impedimenti e rimuovere gli ostacoli che ne inibiscono una piena fruizione.
È per raggiungere quest’obiettivo che l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà, ha invitato, in una nota, i direttori dei Parchi Archeologici e dei Musei regionali a effettuare una ricognizione per rimuovere o segnalare gli elementi ostativi.

«Per rendere i luoghi della cultura maggiormente fruibili da tutti – sottolinea l’assessore Samonà – occorre abbattere le barriere architettoniche che rendono difficile e, in certi casi impossibile, l’accesso a molti visitatori, fra cui persone con disabilità e anziani».
Nella lettera l’assessore Samonà ha chiesto di indicare lo stato in cui si trovano i singoli spazi e gli interventi infrastrutturali eventualmente già realizzati per eliminare o ridurre le barriere architettoniche, tenuto conto delle peculiarità dei singoli luoghi. L’assessore ha, quindi, invitato tutti i responsabili delle strutture a segnalare gli interventi necessari per raggiungere l’obiettivo della piena fruizione degli stessi da parte di tutte le categorie di visitatori.
«Un modo – spiega Samonà – per potenziare ulteriormente l’offerta culturale della Sicilia e rendere i nostri beni culturali ancora più attrattivi e alla portata di tutti».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.