Il theremin di Lina Gervasi conquista “I soliti ignoti”

L'Isola e i media Celata tra gli "ignoti" della trasmissione condotta da Amadeus su Rai Uno, lo scorso 21 ottobre la thereminista siracusana ha dato sfoggio della sua maestria, un'esibizione che le è valsa anche i complimenti di Claudio Simonetti dei Goblin 

Ha riscosso grande apprezzamento la thereminista siracusana Lina (Carmela) Gervasi che il 21 ottobre ha partecipato alla trasmissione televisiva “Soliti Ignoti – il ritorno”, fortunato e longevo format condotto da Amadeus trasmesso su RaiUno. Celata tra gli “ignoti” della trasmissione, quando è stato il suo turno la Gervasi ha dato sfoggio della sua maestria e ha avuto modo di intrattenersi brevemente nella presentazione dello strumento, il primo sintetizzatore della storia, ancora sconosciuto alla massa.

Il theremin, costruito nel 1919, è il più antico strumento elettronico della storia e lavora in isofrequenza al di fuori dello spettro udibile: il suo suono magnetico e inquietante alla stesso tempo (che può vagamente ricordare il verso delle sirene), è percettibile quando le mani del musicista intercettano il suo campo d’onda.  Utilizzato tanto dai Led Zeppelin nel momento di loro massima fama, quanto nei live di Vinicio Capossela, il theremin, ha ricordato Bastianich a “I Soliti Ignoti”, è presente in diverse colonne sonore dei Goblin – fra tutte quella del film horror “Profondo rosso” di Dario Argento -, ed è stato proprio il grande Claudio Simonetti dei Goblin  (thereminista del gruppo) che dopo la messa in onda della trasmissione si è voluto complimentare a mezzo social con Lina Gervasi, sottolineando la difficoltà dello strumento.

Fra i tanti complimenti giunti, anche quelli di un altro noto personaggio televisivo, Marcello Cirillo, che negli scorsi mesi ha ospitato la siciliana in una sua trasmissione.
La Gervasi, flautista e thereminista, è prodotta da Musica Lavica Records, etichetta indipendente catanese, aderente al circuito Audiocoop, fondata da Denis Marino, apprezzato chitarrista, compositore e arrangiatore, che ha all’attivo numerose collaborazioni di successo con grandi nomi del panorama nazionale (da Carmen Consoli a Luca Madonia e Mario Venuti, fino a Morgan ed Enrico Ruggeri, solo per citarne alcuni).
Lina Gervasi  oltre al theremin suona brillantemente anche il flauto traverso, di cui è docente all’Istituto Comprensivo “G. Arcoleo – V. da Feltre” di Caltagirone. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, ha alle spalle un’intensa attività concertistica solistica, da camera ed orchestrale.

Quella a “I Soliti Ignoti – il ritorno” è solo l’ultima delle sue partecipazioni televisive, l’artista infatti ha anche partecipato ad Italia’s Got Talent,ottenendo il consenso unanime ed entusiasta di tutti i giudici, mentre lo scorso anno è stata ammessa alla  finale della competizione internazionale Thereminstar.
Lina Gervasi ha preso parte agli ultimi progetti discografici di Luca Madonia (“La Piramide”, disco giunto nella cinquina finale del Premio Tenco di quest’anno) e di Daniele Guastella (“Homaj”) e suona spesso con Mario Incudine e il M° Angelo Privitera, storico collaboratore e musicista di Franco Battiato.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.