Ibla Buskers, l’arte di strada tra barocco e mare

Eventi Dal 6 al 9 ottobre a Ragusa Ibla si accenderanno i riflettori sulla XXII edizione del festival dedicato all'arte di strada che vedrà esibirsi 27 artisti internazionali tra attori, comici, maghi, acrobati, equilibristi, giocolieri e prestigiatori su ben sedici palcoscenici naturali, tra cui l'antica Filanda Donnafugata e Marina di Ragusa

Tante novità per un’edizione sempre più affascinante. L’arte di strada sarà celebrata in ogni sua sfaccettatura in una manifestazione che cresce ogni anno in termini di offerta culturale. Mancano ormai pochi giorni all’inizio della 22esima edizione di Ibla Buskers, il festival dedicato all’arte di strada, che da giovedì 6 ottobre fino a domenica 9 ottobre attirerà a Ragusa Ibla migliaia di presenze.
Un pubblico affezionatissimo che segue la manifestazione da anni e che ormai attende con trepidante emozione uno degli eventi più importanti del Sud Italia con artisti di fama internazionale. Stamani in piazza Repubblica a Ragusa Ibla si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2016, alla presenza dei rappresentanti dell’associazione Edrisi (il presidente Ciccio Pinna e il vice Antonio La Cognata) che organizza la manifestazione, del vicesindaco di Ragusa, Massimo Iannucci e di Salvatore Frasca curatore della direzione artistica.
Svelato il programma come sempre molto ricco e basato sulla formula consolidata negli ultimi anni che abbina ai tipici spettacoli di strada “a cerchio” vere e proprie esibizioni di circo contemporaneo e forme d’arte e di spettacolo d’avanguardia.

Antonio La Cognata, Massimo Iannucci, Ciccio Pinna e Salvatore Frasca

Antonio La Cognata, Massimo Iannucci, Ciccio Pinna e Salvatore Frasca

Ventisette gli ospiti tra attori, comici, maghi, acrobati, equilibristi, giocolieri e prestigiatori che si esibiranno su ben sedici palcoscenici naturali, nel rispetto dello spirito del festival, come piazze, strade, angoli, gradinate e tanto altro, allocati in tutto il quartiere barocco. Grande novità quest’anno sarà poi il recupero dell’antica Filanda Donnafugata, lungo la discesa San Leonardo, che sarà trasformata in location suggestiva e d’eccezione per alcuni spettacoli. Come accade in ogni edizione, il festival, che si impegna costantemente nella ricerca di scorci dimenticati o poco conosciuti, sarà l’occasione per riscoprire un angolo della storia locale, recuperare parte della memoria collettiva e consegnarla alle generazioni future.
Altra grande novità della 22esima edizione sarà “Buskers by the sea”, in collaborazione con l’associazione di imprese turistiche “Sicilia costa iblea” e i commercianti della zona. Piazza Duca degli Abruzzi a Marina di Ragusa si trasformerà infatti in un nuovo e insolito palcoscenico che ospiterà alcuni spettacoli nei pomeriggi di sabato e domenica.
Ma le sorprese non finiscono perché Ibla Buskers quest’anno ospiterà per la prima volta un evento artistico in diretta come il recupero manuale di un’antica “Fiuredda”, un’edicola votiva dedicata alla Madonna del Rosario, in via Giusti a Ragusa Ibla, che sarà ristrutturata grazie al meticoloso e sapiente lavoro dal vivo della restauratrice Susanna Stampanoni.

Ibla Buskers

Spazio anche alle degustazioni di prodotti enogastronomici con “Tasta ‘u vinu” sulla terrazza di Piazza Repubblica che sarà affiancato, a Palazzo Cosentini, anche da un’imperdibile mostra dei dipinti originali dell’illustratrice Giovanna Alberini, che nei ventidue anni sono stati alla base del manifesto ufficiale del festival, e dalle immagini vincitrici del concorso fotografico della precedente edizione scattate da Santo Lo Giudice e Alberto Zacco. Ma Ibla Buskers è anche street market con “Ibla Bazar”, un’area allestita in Piazza Odierna e dedicata alle esposizioni di decine di artigiani con produzioni di qualità. E per le famiglie che vorranno far vivere più da vicino il mondo del circo ai loro bambini sarà possibile partecipare al laboratorio creativo “L’Abc del piccolo giocoliere”, durante il quale i più piccoli toccheranno con mano gli strumenti ed esploreranno le tecniche base della giocoleria e delle clownerie legati alle arti circensi.
«Ogni anno ci impegniamo ad offrire alla cittadinanza una programmazione sempre più completa e articolata – spiega Francesco Pinna presidente dell’associazione Edrisi che cura la manifestazione – coinvolgendo artisti di varie discipline, alcune molto particolari come il teatro di manipolazione d’oggetti, il rumorista o il circo-teatro multimediale. Il tradizionale composito spettacolo degli specialisti quest’anno sarà dedicato all’antica arte della giocoleria, con tre straordinari interpreti di differenti tecniche: manipolazione di cappelli, clave e antipodismo, che sfideranno la gravità, ed inoltre per la prima volta abbiamo voluto produrre un nostro spettacolo dal titolo Flash che vedrà il coinvolgimento di cinque artisti polivalenti, che non si conoscono tra loro e che in pochi giorni “integrandosi artisticamente” creeranno una performance unica, uno spettacolo originale che neanche noi organizzatori conosciamo».

Ibla Buskers

Il festival gode del patrocinio del Comune di Ragusa: «L’Amministrazione – commenta il vicesindaco di Ragusa e assessore ai centri storici, Massimo Iannucci – crede moltissimo in questa manifestazione, divenuta ormai centrale nell’offerta culturale della città e che ogni anno porta a Ragusa migliaia di presenze turistiche. Appoggiamo inoltre fortemente il continuo tentativo degli organizzatori di riscoprire angoli poco noti del nostro patrimonio artistico e architettonico e consegnarli così all’intera comunità. Va sottolineato il contributo economico da parte del Comune, quest’anno interamente a carico del bilancio comunale e non più tramite la legge su Ibla».

Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in assoluta comodità, grazie al servizio “Ibla in bus…”, con bus navetta attivi dal venerdì alla domenica per raggiungere il quartiere barocco facilmente. Si parte dal capolinea a Ragusa superiore, in via G. di Vittorio, dove si avrà ampia possibilità di parcheggiare la propria auto. Ibla Buskers gode del supporto di Banca Agricola Popolare di Ragusa, Despar, Andrea Licitra e altri sponsor privati. Maggiori informazioni sul programma, sugli orari delle partenze e il percorso dei bus, è possibile visitare il sito www.iblabuskers.it o i canali social.

I bus navetta. L’organizzazione ha predisposto un servizio di bus navetta a pagamento con capolinea in via G. Di Vittorio/Epicarmo e largo San Paolo/SS.Trovato, nella fascia oraria che va dalle ore 19.30 alle ore 1 di notte di venerdì 7 ottobre, dalle ore 19 alle ore 2.30 di sabato 8 ottobre e dalle ore 17 alle ore una di domenica 9 ottobre. Questi i percorsi del bus. Da Ragusa a Ragusa Ibla: via G. Di Vittorio, piazza Vann’Antò, trivio Cucinello, via Alfieri, via S.G.Bosco, via Risorgimento, corso Don Minzoni, largo San Paolo (capolinea dalle ore 19.30 alle ore 22 di venerdì 7 ottobre, dalle ore 19 alle ore 22 di sabato 8 ottobre e dalle ore 17 alle ore 20 del 9 ottobre), circonvallazione Ottaviano e capolinea davanti la Chiesa del SS. Trovato (dalle ore 22 alle ore una di venerdì 7 ottobre, dalle ore 22 alle ore 2.30 di sabato 8 ottobre e dalle ore 20 alle ore una di domenica 9 ottobre. Da Ragusa Ibla a Ragusa Superiore: dalle ore 19.30 alle ore 22venerdì 7 ottobre, dalle ore 19 alle ore 22di sabato 8 ottobre e dalle ore 17 alle ore 20di domenica 9 ottobre, largo San Paolo (capolinea), via Risorgimento, viale Sicilia con fermata piazza del Popolo, via Dante, trivio Cucinello, piazza Vann’Antò, via G. Di Vittorio, via Epicarmo. A seguito dell’ordinanza n. 441T del 30 settembre scorso è stato istituito il divieto di sosta su tutta la circonvallazione Ottaviano nel tratto compreso tra largo San Paolo- chiesa SS. Trovato per permettere il transito dei bus navetta. Al fine di limitare l’accesso all’interno di Ragusa Ibla e favorire lo svolgimento dei vari spettacoli in condizione di sicurezza, sarà interdetto il transito dei veicoli con esclusione dei soli residenti e autorizzati in concomitanza con l’inizio del servizio dei bus navetta.

Guarda la gallery di Ibla Buskers 2016

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.