Davide Bombana è il nuovo direttore del Corpo di Ballo del Teatro Massimo di Palermo

Danza «Accanto alla mia volontà di creare per la compagnia nuovi lavori o riproporne alcuni dal mio repertorio - ha detto il neo direttore - , è mia ferma intenzione, oltre ad invitare coreografi internazionali di grande fama e maestri di indubbia qualità, continuare a proporre al pubblico di Palermo titoli del grande repertorio, in un continuo equilibrio tra tradizione ed innovazione»

Il Teatro Massimo di Palermo nomina Davide Bombana, nome di spicco della danza internazionale, nuovo direttore del Corpo di Ballo. Il sovrintendente Giambrone: «Questa nomina conferma la volontà della Fondazione di investire nel Corpo di ballo come componente strategica del suo progetto artistico».

Milanese, formatosi al Teatro alla Scala di cui è stato primo ballerino, DavideBombana ha danzato tutti i ruoli principali del repertorio classico e neoclassico. Nome di spicco della danza internazionale è stato primo ballerino anche del Pennsylvania Ballet di Philadelphia, dello Scottish Ballet di Glasgow, del London Festival Ballet di Londra e non solo. Dal 1991 inizia la sua attività di Maître de ballet e coreografo collaborando anche con l’Opera di Parigi, il National Ballet of Canada di Toronto, il New York Choreographic Institute di New York, il Queensland Ballet di Brisbane, il Maggio Danza di Firenze. Ma ha curato anche la coreografia per il video clip “Ad ogni costo” di Vasco Rossi, interpretato dalla prima ballerina dell’Opera di Parigi Eleonora Abbagnato e le coreografie delle parti danzate del Concerto di Capodanno dei Wiener Philharmoniker nel 2012, 2015 e 2018. Con la sua interpretazione di “Romeo e Giulietta” di Prokofiev ha vinto il premio “Danza&Danza” come miglior produzione italiana 2015.

Il neo direttore Davide Bombana con due danzatori

«Questa nomina – dichiara il Sovrintendente Francesco Giambrone – conferma la volontà della Fondazione di investire nel Corpo di Ballo come componente strategica del suo progetto artistico e darà un contributo importante alla riprogrammazione e alla ripartenza del Teatro dopo i lunghi mesi di sospensione di tutte le attività dal vivo. Siamo al lavoro per ripartire prima possibile naturalmente anche con il nostro Corpo di Ballo. Voglio ringraziare Marco Bellone per il lavoro che ha fatto fin qui. Un lavoro importante che ha contribuito a disegnare l’identità di una compagnia duttile e versatile, capace di affrontare sia il repertorio classico che i nuovi linguaggi della danza contemporanea, confrontandosi con i maggiori coreografi e le migliori compagnie internazionali. Do il benvenuto a Davide Bombana la cui storia personale è garanzia di qualità, creatività e capacità di rilanciare la compagnia».

«Con l’arrivo di Bombana, che si aggiunge al direttore musicale Omer Meir Wellber, al direttore onorario a vita Gabriele Ferro, al Maestro del Coro Ciro Visco, – hanno concluso il Presidente della Fondazione Leoluca Orlando e il Sovrintendente Francesco Giambrone – si completa il team artistico del Teatro nel segno della qualità e dell’internazionalizzazione».

«Il periodo di estremo disagio ed insicurezza che stiamo vivendo a causa del Covid 19, ha reso vulnerabili tutti i settori della cultura e dello spettacolo ed in special modo quello della danza – dichiara Davide Bombana -. Conscio che mai come in questo momento siano necessari grande forza d’animo e senso di responsabilità, sono felice e lusingato di accettare la proposta del Teatro Massimo e di Francesco Giambrone di dirigere il Corpo di Ballo ed entrare a far parte del suo team artistico. Accanto alla mia volontà di creare per la compagnia nuovi lavori o riproporne alcuni dal mio repertorio, è mia ferma intenzione, oltre ad invitare coreografi internazionali di grande fama e maestri di indubbia qualità, continuare a proporre al pubblico di Palermo titoli del grande repertorio, in un continuo equilibrio tra tradizione ed innovazione».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.